BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Campionato, l’Atalanta torna a vincere: Bologna KO foto

6 per Petagna, Gasperini si aggiudica il podio. Le pagelle di Atalanta - Bologna del nostro Giulio Bassani, classe 2000

Berisha SV: nemmeno una parata per l’albanese che rimane inoperoso per tutto l’arco della partita. Insomma ai 18.205 presenti sugli spalti si può tranquillamente aggiungere anche lui negli spettatori del match.

Masiello 7: fascia di capitano al braccio tiene molto bene la posizione e nel complesso è autore di un’altra buonissima prova a livello difensivo.

Caldara 6,5: viene subito ammonito per un intervento su Palacio,l’argentino è un cliente scomodo ma il numero 13 è sempre attento e nel finale solo Mirante gli nega la gioia della terza rete stagionale.

Palomino 7:continua a sorprendere e non fa assolutamente rimpiangere Toloi. Copre tutto, molto solido e preciso.

Castagne 6,5: torna in campo dopo due gare di panchina in campionato contro Juventus e Samp e fa rifiatare Hateboer. È molto ordinato e preciso in fase di copertura, un po’ meno propositivo in fase di spinta quando potrebbe sfruttare il fatto che Masina era già stato ammonito.

De Roon 6,5: nella prima frazione di gioco sembra l’ennesima prova opaca per l’olandese ma nel secondo tempo cresce alla distanza, confeziona il cross per il gol mancato di Spinazzola, al 68′ ci prova da fuori area con un destro con la palla che finisce di poco a lato alla destra di Mirante.

Freuler 7,5: in poco più di un mese ha disputato ben 11 gare giocando quasi sempre 90′ (solo in 2 occasioni è stato sostituito). È sempre al posto giusto, corre, recupera e imposta la manovra. In più è decisivo nella rete che regala 3 punti fondamentali: recupera palla al limite dell’area e serve Cornelius.

Spinazzola 6-: sufficienza non piena per lui che non è incisivo come sa fare anche perché dalle sue parti Verdi e Donsah lo fanno giocare poco. Ad inizio ripresa colpisce male un pallone che avrebbe dovuto solo appoggiare in porta e sfiora il gol. Complice anche la stanchezza nel finale la combina grossa regalando una palla a Verdi, che fortunatamente calcia fuori. Anche per questo il Gasp decide di richiamarlo in panchina. Sicuramente un turno di riposo potrebbe fare bene al ragazzo che nelle ultime sfide ha speso davvero molto( Dal 78′ Gosens 6: qualche sbavatura che rischia di costare cara all’Atalanta)

Cristante 6,5: nel primo tempo le due squadre si annullano tatticamente, il Bologna chiude bene tutti gli spazi e Cristante trova difficoltà negli inserimenti e per questo cambia spesso posizione in campo . Al 35′ serve Petagna che da buona posizione spedisce alto. Nella ripresa Gasperini lo richiama in panchina(Dal 51′ Cornelius 7,5: appena entrato sembra essere completamente fuori dal gioco della squadra e invece da vero rapace d’area segna un gol fondamentale. Anche per lui che da lì in poi ha un altro paio di occasioni, con una grande azione causa l’espulsione di Gonzalez e porta l’Atalanta al successo.)

Petagna 6: solito lavoro di grande sacrifico per la squadra ma getta al vento l’unica occasione del primo tempo. Ultimamente il numero 29 è in vena di abbracci e dopo il mister tocca a Cornelius:gesto di grande importanza che sottolinea l’armonia di questo gruppo.(Dal 66′ Kurtic 6,5: mossa vincente di Gasperini che, dopo aver provato la doppia punta, ridà equilibrio alla squadra inserendo lo sloveno.)

Ilicic 7: molta qualità al servizio della squadra. Anche contro i felsinei da del tu al pallone che gestisce a suo piacere con i rossoblu che devono spesso fermarlo con un fallo.

Gasperini 8: Nel primo tempo le due squadre,tatticamente perfette, si sono annullate a vicenda con i nerazzurri. Nella ripresa l’Atalanta ha alzato la pressione e il Bologna non è quasi mai più uscito se non in contropiede. I cambi sono risultati decisivi: Gasp inizialmente inserisce Cornelius che va ad affiancare Petagna ma poi torna sui suoi passi mettendo Kurtic che ristabilisce l’equilibrio in campo con la dea che va in vantaggio e termina la gara addirittura in crescendo.Quanto conta avere in panchina un allenatore che sa leggere le partite al volo! Lo ha già fatto in altre occasioni nel corso di questa stagione ed ha sempre avuto ragione lui.

Ora sotto con il Verona: l’Atalanta rimane attaccata al gruppo folto di squadre che sostano dietro le big(Napoli, Inter, Juventus,Lazio e Roma). Sarà un grande lotta per le posizioni europee, l’Atalanta può recuperare punti nelle prossime sfide.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.