BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Granulati Zandobbio, la concorrenza asiatica si combatte con l’alta qualità fotogallery

Il fatturato è cresciuto dai 27 milioni del 2015 ai 34 milioni del 2016. Il 65% del volume d’affari si concentra sull'export, in particolare in Europa.

“Due ore in azienda” è il format di Confindustria Bergamo lanciato nel 2011 con l’obiettivo di creare occasioni di incontro tra le imprese per favorire lo scambio e la contaminazione tra esperienze imprenditoriali sempre significative. È uno scambio alla pari, che vuole essere uno stimolo per la crescita della cultura d’impresa nel nostro territorio.
Nessuno sale in cattedra, ma dall’esperienza di altre imprese possono esserci stimoli, spunti, idee da cogliere e magari adattare alla propria azienda.

"Due ore in aziende" con Confindustria Bergamo, visita alla Granulati Zandobbio - foto di Walter Carrera

Martedì 17 ottobre le “Due ore in azienda” sono trascorse alla Granulati Zandobbio Spa di Bolgare. Un’impresa fondata nel 1929 – l’anno della grande crisi – da Gino Sottocornola dopo che Italcementi aveva comprato la cementeria dove lavorava. Da dirigente si mette in proprio e fonda la Granulati Zandobbio. Oggi a guidare l’azienda c’è la quarta generazione con Mario, amministratore delegato, e i  figli Alberto, responsabile della qualità; Gianni, direttore generale; Roberto responsabile della manutenzione e dei nuovi impianti e, infine, Nicola responsabile commerciale e degli acquisti.

Oggi la Zandobbio ha acquistato i terreni della Mecca Marmi che si affacciano lungo l’autostrada A4 e ha creato StoneCity, cinque ettari dove trova sede l’azienda e la splendida esposizione. Da rivendita di materiale edile e cava, la Granulati Zandobbio ha saputo rinnovarsi rispondendo alle richieste dei clienti esteri che valorizzano molto la pietra nei giardini. Innovazione e ricerca hanno spinto la Granulati Zandobbio a creare il marchio “L’Altra Pietra”, promuovendo materiali innovativi che hanno caratteristiche e formati simili al grès porcellanato.

“Abbiamo 45 dipendenti e la nostra attività si divide in cinque siti sparsi tra Zandobbio e Bolgare – afferma Gianni Sottocornola – oggi forniamo di ciottoli i magazzini dei garden center e la grande distribuzione”. La lista dei clienti comprende Obi, LeroyMerlin, Auchan e Castorama, solamente per citarne alcuni.

Il fatturato è cresciuto dai 27 milioni del 2015 ai 34 milioni del 2016. Il 65% del volume d’affari si concentra sull’export, in particolare in Europa. Ma non mancano incursione in Asia con commesse importanti, come il nuovo terminal crociere di Hong Kong. Al termine delle due ore rimane una grande lezione: alta qualità e l’inventiva del Made in Italy restano il segreto del successo per innovarsi e rinnovarsi conquistando nuovi mercati.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.