BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Micotossine nella farina per polenta, l’esperto: “Problema enorme, manca legislazione”

In seguito alla notizia, sono fioccati i commenti e le richieste di chiarimenti. Ecco l'intervento del dottor Massimo Valverde, specialista in materia

Micotossine oltre i limiti di legge. È questa la motivazione che ha spinto al ritiro dal mercato della farina di mais gialla bramata venduta con il marchio “AZ. AGR. BUONO E BIO” (leggi qui). Il provvedimento è stato disposto dal Ministero della Salute e riguarda il lotto L 17081 con scadenza 22-03-2018 delle confezioni da un kg prodotto dal molino “Mulino Zapparoli Srl” con sede in provincia di Mantova.

Massimo Valverde

In seguito alla notizia, siete stati in molti a commentare e soprattutto a chiedere chiarimenti in merito. Del resto, non è nemmeno la prima volta che si provvede al ritiro di prodotti contaminati da micotossine.

Già, ma di che cosa si tratta di preciso? Come agiscono queste micotossine? Quali sono i rischi per la salute dell’uomo? Cosa si sta facendo a livello normativo e scientifico per monitorare e possibilmente arginare la situazione? Lo abbiamo chiesto ad un esperto: il dottor Massimo Valverde, laureato in Medicina e Chirurgia, nonché specializzato in Endocrinologia Sperimentale, Farmacologia e Tossicologia. Un’autorità in materia, che ha ricercato soluzioni al problema delle micotossine e del recupero delle derrate alimentari di origine agro-zootecnica inutilizzabili proprio perché compromesse da livelli inaccettabili di micotossine.

“Un problema tanto antico quanto enorme – spiega Valverde –  e per il quale ancora oggi non esiste una vera e propria legislazione”. Si tratta sostanzialmente di sostanze chimiche tossiche prodotte da funghi: “Esistono centinaia di studi a riguardo, ma per venirne realmente a capo bisognerebbe risanare l’intera filiera alimentare”.

GUARDA QUI LA VIDEO-INTERVISTA:

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.