BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bootcamp, ultima puntata: il verdetto di Mara Maionchi e Levante

L'ultima puntata di XFactor 11 analizzata dal nostro Giuseppe Alberti, classe 2000

Più informazioni su

Anche per questa edizione di XFactor si sono conclusi i bootcamp. La sera del 12 ottobre hanno fatto il loro debutto le categorie degli Over e delle Under Donne, rispettivamente guidati, quest’anno, da Mara Maionchi e Levante. Apre la puntata la Signora della discografia italiana, con una squadra davvero pericolosa per quelli che, a questo punto del programma, sono più avversari che colleghi.

Le sue reclute sono Valerio Bifulco, definito da Manuel “La miglior voce di questa edizione”; Andrea Spigaroli; Lorenzo Licitra, che ha letteralmente congelato pubblico e giuria (se si riascolta l’esibizione al contrario si sente chiaramente la slitta di Babbo Natale sorvolare Livorno), il Michael Buble’ italiano ha esordito con una rivisitazione di ‘Titanium” di Sia che ha lasciato senza fiato i giudici; Andrea Radice, il pizzaiolo con la potentissima vocazione per il canto e dall’ “immagine pubblica ampiamente migliorabile” e infine Enrico Nigiotti. Ha strappato una lacrimuccia la dipartita dello show man Ricky Jo, autore della canzone tormentone dell’estate 2017 “Baila come el Papu” lanciata dal calciatore atalantino Dario Gomez, ma che palesemente non trova la sua piena espressione nel programma, seduto tra i cinque Over di una Maionchi più agguerrita e sicura che mai, che ha convinto e intimorito i colleghi delle sue scelte.

La seconda, e più attesa, parte della puntata ha visto protagonista Levante a capo della categoria “Under Donne”. L’artista parte apparentemente con le idee più che chiare, scartando le prime tre ragazze esibite e facendo un po’ preoccupare il buon Cattelan che le suggerisce di non andare agli Homevisit da sola, ma si perde nelle successive prove, forse presa alla sprovvista dai miglioramenti di alcune concorrenti che, come affermato anche da lei, le hanno ribaltato la classifica mentale, che si era forse già preparata.

La prima a conquistare Lavante e accomodarsi per tutta la puntata sulla prima sedia è Virginia Perbellini, seguita da Francesca Giannizzari, reduce di una performance piuttosto incerta, ma che ha convinto il suo giudice, rapita della sua persona; la terza è Rita Bellanza, che ogni volta che poggia un piede sul palco ha il potere di commuovere giudici e pubblico, grazie alla sua personale interpretazione di “Sally” di Vasco Rossi, prende posto tra applausi e complimenti dei giudici, che le assicurano di avere un posto per i live; la penultima sedia viene occupata da Isaure Cassone, seguita da Camille Cabaltera, la quale lascia perplessi i giudici, in particolare Manuel e Mara, per quanto riguarda l’esibizione, ma li fa trovare in comune accordo sul non poter lasciarsi scappare una ragazza con il suo talento e la sua voce.

Si conclude così la seconda ed ultima puntata di bootcamp, l’appuntamento è a giovedì prossimo, nel quale le squadre verranno ulteriormente scremate dai rispettivi giudici, i quali porteranno solo tre concorrenti a testa ai live.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.