BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’agricoltore della Val Taleggio scrive a Martina: “Ministro ci aiuti, qui ci sentiamo abbandonati” video

La lettera inviata anche al governatore della Lombardia Maroni, dopo la frana e le richieste per lo stato di calamità naturale: "Governo e Regione nemmeno rispondono"

“Le scrivo in rappresentanza dei bergamini della Val Taleggio, certo di interpretare il sentimento di tutta la popolazione chiedendole un aiuto”. Mittente della lettera, consegnata al ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina durante il convegno Coldiretti in occasione del G7, è Fabio Arrigoni, giovane agricoltore della Val Taleggio nonché presidente della Cooperativa Agricola S. Antonio e consigliere comunale a Vedeseta.

La lettera, spedita anche al governatore della Regione Lombardia Roberto Maroni, segue le iniziative dei consigli comunali di Taleggio e Vedeseta che all’unanimità hanno chiesto a gran voce lo stato di calamità naturale dopo la frana che lunedì 25 settembre si è abbattuta sulla strada degli Orridi, provocando ingenti danni e un cumolo di detriti che hanno invaso la carreggiata (leggi qui). Per liberare la strada è stato necessario un intervento con l’ausilio delle mine al fine di fare saltare alcuni punti instabili e permettere così l’intervento in sicurezza degli operai: gli stessi che sono chiamati a liberare definitivamente la strada che rappresenta il punto di accesso più veloce al paese della Val Taleggio.

Oltre a ribadire quanto già espresso dai Comuni della valle, la lettera riporta la richiesta di “un intervento straordinario per la realizzazione di opere attese da oltre 20 anni” (È stato confermato in Consiglio Regionale lo stanziamento di 1 milione e 60mila euro per l’intervento sul ponte Bailey). “Noi giovani di montagna – scrive Arrigoni – ci sentiamo abbandonati e dispiace che Governo e Regione nemmeno rispondono a richieste così importanti”. Pochi giorni fa, il sindaco di Taleggio e presidente della Comunità Montana Valle Brembana, Alberto Mazzoleni, aveva nuovamente sollecitato i vertici di Roma e della Regione: “Quindici giorni dopo – ha scritto sui suoi profili social – siamo ancora senza risposta”. Qui di seguito il testo integrale della lettera.

 

La lettera

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.