Quantcast
"Non si è trattato di doping": incubo finito per la Foppa, Sylla può tornare a giocare - BergamoNews
La bella notizia

“Non si è trattato di doping”: incubo finito per la Foppa, Sylla può tornare a giocare

La schiacciatrice sarà a disposizione di coach Micoli già dalla prima di campionato in programma domenica alle 17 a Legnano

Incubo finito per la Foppa e per Miriam Sylla. Le controanalisi richieste dopo l’annuncio della positività ai test antidoping della schiacciatrice delle rossoblù hannop dato l’esito sperato, quello che tutti attendevano: non si è trattato di doping ma di contaminazione alimentare.

La pallavolista, sospesa dalla Federazione internazionale nei primi giorni di settembre perché trovata positiva – anche se con percentuali bassissime – al clenbuterolo, il 6 agosto scorso, al termine della finali del Grand Prix 2017, nelle scorse settimane non si è potuta (come da regolamento) nemmeno allenare con le compagne.

Sin da quando la notizia della positività è diventata pubblica si era parlato di contaminazione alimentare e questa tesi aveva preso consistenza quando per la stessa sostanza era stata trovata positiva – pochi giorni dopo la Sylla – anche l’alzatrice della nazionale serba, Ana Antonjievic.

Una notizia più che positiva per la Foppa e per coach Micoli, che avrà così a disposizione Miriam Sylla sin dalla prima uscita di campionato in programma per domenica alle 17 contro la Sab Legnano.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Foppa
Notizia-shock
Tegola sull’Italia del Volley: Sylla della Foppa positiva all’antidoping
Miriam Sylla, colonna portante della Foppa
Il caso
Sylla della Foppa positiva all’antidoping: chieste le controanalisi
doping
L'operazione
A Bolzano laboratorio clandestino di sostanze dopanti: indagine partita da Bergamo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI