BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Non si è trattato di doping”: incubo finito per la Foppa, Sylla può tornare a giocare

La schiacciatrice sarà a disposizione di coach Micoli già dalla prima di campionato in programma domenica alle 17 a Legnano

Incubo finito per la Foppa e per Miriam Sylla. Le controanalisi richieste dopo l’annuncio della positività ai test antidoping della schiacciatrice delle rossoblù hannop dato l’esito sperato, quello che tutti attendevano: non si è trattato di doping ma di contaminazione alimentare.

La pallavolista, sospesa dalla Federazione internazionale nei primi giorni di settembre perché trovata positiva – anche se con percentuali bassissime – al clenbuterolo, il 6 agosto scorso, al termine della finali del Grand Prix 2017, nelle scorse settimane non si è potuta (come da regolamento) nemmeno allenare con le compagne.

Sin da quando la notizia della positività è diventata pubblica si era parlato di contaminazione alimentare e questa tesi aveva preso consistenza quando per la stessa sostanza era stata trovata positiva – pochi giorni dopo la Sylla – anche l’alzatrice della nazionale serba, Ana Antonjievic.

Una notizia più che positiva per la Foppa e per coach Micoli, che avrà così a disposizione Miriam Sylla sin dalla prima uscita di campionato in programma per domenica alle 17 contro la Sab Legnano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.