BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Meningite al Belotti: “Fondamentale informare subito le famiglie senza allarmismi” video

Dopo il caso che ha coinvolto sabato uno studente del primo anno dell'istituto tecnico commerciale di Bergamo il dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale Patrizia Graziani ha fatto visita al preside e agli studenti nella giornata di martedì 10 ottobre.

“Vogliamo rassicurare tutti, perchè la scuola è intervenuta tempestivamente attivando i canali corretti di informazione per le famiglie”: il dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo Patrizia Graziani nella mattinata di martedì 10 ottobre ha visitato l’istituto tecnico commerciale Bortolo Belotti di Bergamo, scosso sabato dal caso di meningite che ha colpito uno studente 14enne che frequenta il primo anno. 

Belotti

Il ragazzo, che vive a Levate, avrebbe accusato i primi forti sintomi nella notte tra venerdì e sabato ed è stato subito trasportato all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo: la scuola già nella giornata di sabato ha convocato genitori e studenti della 1^M, per una riunione organizzata con il personale sanitario di Ats che ha fornito indicazioni per la corretta profilassi farmacologica da attuare. 

Come sottolineato dalla dottoressa Livia Trezzi, responsabile Prevenzione e Sorveglianza della Malattie Infettive di Ats Bergamo, “la profilassi farmacologica è stata offerta ai compagni e ai docenti della classe in quanto sono stati individuati come contatti stretti, come persone cioè che hanno condiviso uno spazio ristretto per un periodo non breve. La chemioprofilassi non risulta invece indicata per i contatti occasionali o di breve durata. Non si è ritenuto pertanto necessaria estenderla anche alle altre classi dell’Istituto. Nessun rischio di contagio inoltre esiste per i famigliari degli alunni della classe 1^M e delle altre classi”.

Da lei è arrivato anche l’ok alla regolare ripresa delle lezioni di lunedì 9 ottobre, “in quanto il meningococco non sopravvive nell’ambiente”. 

“L’intervento della profilassi corretta è stato sicuramente il percorso migliore che si potesse seguire – continua Patrizia Graziani – La scuola era preparata ed è stata tempestiva nell’intervento, soprattutto nel raggiungere le famiglie dei ragazzi che hanno avuto la giusta informazione. Nelle stesse ore un caso di tubercolosi al Caniana: in questi anni abbiamo raggiunto una stretta collaborazione con Ats e questo è un canale importante da percorrere immediatamente, il fattore tempo è fondamentale”.  

Soddisfatto dalla gestione del caso anche il dirigente scolastico del Belotti Giovanni Carlo Vezzoli che sabato mattina, una volta venuto a conoscenza del caso, ha avvisato e convocato tutti i genitori: “Senza creare allarmismo abbiamo dato, insieme ad Ats, la giusta informazione: prevenire è fondamentale. Poi è stato attivato il protocollo previsto per evitare la diffusione della malattia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.