BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’auditorium della Malpensata intitolato a Gramsci

Ricorre quest’anno l’ottantesimo anniversario della sua morte

È stato intitolato ad Antonio Gramsci l’auditorium della Malpensata: l’Amministrazione vuole così celebrare l’ottantesimo anniversario della sua morte. La cerimonia di intitolazione si è tenuta stasera presso l’auditorium di via Furietti 21, alla presenza della Presidente del Consiglio comunale Marzia Marchesi, dell’Assessore ai Servizi demografici Giacomo Angeloni e del Vicesindaco Sergio Gandi.

Antonio Gramsci fu tra i fondatori, segretario e leader del Partito Comunista d’Italia, venendo per questo motivo imprigionato dal regime fascista. Dopo otto anni di prigionia venne ricoverato in clinica in seguito al grave deterioramento delle sue condizioni di salute, dove trascorse gli ultimi anni di vita. Considerato uno dei più importanti pensatori del XX secolo, Gramsci analizzò la struttura culturale e politica della società, elaborando in particolare il concetto di egemonia.

“È un anno importante, che ha visto l’organizzazione di incontri, iniziative per ricordare uno dei maggiori pensatori del Novecento” afferma l’Assessore ai Tempi urbani Giacomo Angeloni, “Bergamo ha già una via intitolata a Gramsci nel quartiere San Paolo, ma riteniamo che intitolargli questa sala sia un bel modo per ricordare questa importante figura nell’anno dell’importante anniversario di morte”.

“Siamo contenti di intitolare questo auditorium ad Antonio Gramsci, grande pensatore e fermo oppositore del fascismo” rilancia la Presidente del Consiglio comunale Marzia Marchesi, “Intitolargli un auditorium non è una scelta casuale, in quanto è uno spazio di incontro, di cultura e di dibattito: l’auspicio è dunque che serva sia a preservarne la memoria sia a fungere da stimolo per una riflessione, accogliendo il suo invito a impegnarsi e a studiare come prerequisiti di una cittadinanza attiva”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.