BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’Argentina si gioca tutto in Ecuador: il Papu Gomez ancora titolare con Messi

L'Albiceleste a Quito, a 2800 metri d'altitudine, va in cerca del pass per il mondiale russo confermando sulla trequarti il capitano dell'Atalanta

Una gara da dentro o fuori. È quella che questa notte attende l’Argentina di Sampaoli, che a Quito, in Ecaudor, si gioca le sue ultime possibilità di partecipare al mondiale russo del prossimo anno.

Per il match più importante e delicato degli ultimi quattro anni (che si giocherà a 2800 metri d’altitudin) il ct sudamericano punta ancora tutto sul Papu Gomez, schierato sulla trequarti al fianco di Leo Messi e alle spalle di Benedetto.

Tutto può ancora succedere. Il girone di qualificazione sudamericano, come sempre, ha riservato sorprese e colpi di scena a non finire, lasciando tutto aperto fino all’ultimissimo: questa notte (fischio d’inizio all’1.30 italiana) l’Argentina può volare direttamente in Russia con un pareggio o, addirittura, può essere eliminata anche se dovesse ottenere i tre punti.

Papu Gomez Argentina

La situazione è complicatissima: il Brasile già al Mondiale, l’Uruguay in attesa solo di una conferma formale, e Cile, Colombia, Perù, Argentina e Paraguay a giocarsi due posti diretti e quello allo spareggio. La situazione è decisamente intricata: le possibilità sono addirittura 243.

Insomma, non resta che puntare la sveglia e seguire quest’ultima giornata col fiato sospeso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.