In germania

Ecco la ‘legge Facebook’: multe fino a 50 milioni per chi diffama

La prima al mondo contro i post offensivi sui social. Uno staff di 50 dipendenti del ministero della Giustizia sorveglierà l'applicazione delle norma

Arriva la "legge Facebook". Il codice, appena entrato in vigore in Germania, costringerà i social network con più di 2 milioni di iscritti a cancellare i contenuti diffamatori. Pena? Multe salatissime, che potranno raggiungere i 50 milioni di euro.

È la prima legge al mondo di questo tipo. Uno staff di 50 dipendenti del ministero della Giustizia sorveglierà l'applicazione delle norme.

I colossi del settore hanno tre mesi per adeguarsi: da gennaio 2018 ogni post infamante dovrà essere rimosso. Giganti della rete come Twitter, Facebook o YouTube dovranno dunque adattarsi alle regole tedesche per cancellare tirate d'odio, pagine finte e offensive, minacce o le fake news da querela.

La novità, rispetto alla prima versione arrivata in Parlamento, è che i social network non si dovranno incaricare di cancellare anche tutte le copie della pagina o del post offensivi che circolino in Rete.

I social hanno già dovuto nominare un responsabile per le denunce che arrivano dalla Germania. Se incasseranno più di cento segnalazioni, dovranno stilare un rapporto ogni semestre.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI