BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Redondi, Atb: “Entro fine anno nuove telecamere in funzione”

Nuovo impianto di videosorveglianza a Bergamo. Alessandro Redondi (presidente ATB) : “Entro fine anno le telecamere saranno in funzione”.

Dopo mesi di attesa, finalmente si è giunti ad una risoluzione sul nuovo impianto di videosorveglianza a Bergamo: entro fine anno le telecamere saranno attive. A confessarci ciò è stato Alessandro Redondi, presidente di ATB, azienda che ha indetto la gara d’appalto e che sta seguendo l’installazione dei nuovi impianti.

Il presidente della società di trasporti ha precisato come i lavori siano in procinto a partire: “A causa di alcuni intoppi burocratici, slegati da ATB, la partenza dei lavori è slittata, ma verso la fine di ottobre, se tutto andrà bene, essi dovrebbero partire e chiudersi con la conclusione dell’anno”.

La gara d’appalto europea per la sostituzione delle ottantasei telecamere analogiche già presenti sul territorio comunale con altrettanti esemplari digitali e per l’aggiunta di altre ventuno è stata indetta dall azienda bergamasca nel luglio 2016, con termine di presentazione per le Domande di partecipazione alla gara nell’ottobre 2016. A quel punto una commissione apposita ha valutato i vari progetti e nel marzo 2017 ha approvato la graduatoria che vedeva vincitori della gara d’appalto le aziende B! Spa e Selcom Srl, partecipanti come ATI (associazione temporanea di imprese), ma immediatamente la società seconda classificata, Sicuritalia, ha fatto ricorso al Tar. Nel luglio di quest’anno il tribunale ha respinto il ricorso dell’azienda comasca, ma i lavori non hanno potuto prender comunque il via a causa del concordato preventivo che ha colpito la società mandante vincitrice dell’appalto.

“Per via del concordato l’azienda dovrà ora integrare alcuni documenti a quelli già presentati e fino a quel momento non possiamo partire con l’installazione del nuovo impianto di sorveglianza per evitare di incorrere in sanzioni – spiega Redondi – La documentazione dovrebbero esser presentata entro metà ottobre e, se tutto andrà bene, entro la fine dello stesso mese i lavori dovrebbero partire”.

Come ribadito dal presidente di ATB, l’attuale priorità è portare a termine l’installazione entro la fine di quest’anno così che, se nessun altro “contrattempo” fermerà i lavori, con l’arrivo del 2018 i cittadini di Bergamo potranno godere di un nuovo impianto di videosorveglianza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.