BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Xfactor, al via i “bootcamp”: Fedez e Agnelli i maestri

L'analisi dell'ultima puntata di XFactor 11 del nostro Giuseppe Alberti

Questa prima parte dei bootcamp comincia spingendoci fin da subito nel vivo della competizione. A inizio puntata assistiamo ad una prima scrematura di tutte e quattro le categorie: un’ultima volta collaborando, i nostri giudici hanno scelto dodici artisti per ogni squadra, prima delle diverse assegnazioni.

L’innovazione per i bootcamp di quest’anno, positiva o negativa che sia, è il numero delle sedie. Ogni giudice, infatti, si troverà a dover ulteriormente selezionare, nei gruppi già scremati, cinque dei dodici concorrenti, a differenza dei sei delle scorse edizioni, che tra due settimane verranno sottoposti al giudizio definitivo agli homevisit, dai quali, chi passerà, avrà un biglietto assicurato per i live.

La puntata di giovedì ci ha rivelato due delle quattro categorie in gara: gli “under uomini” e i “gruppi”, assegnate rispettivamente a Fedez e Manuel Agnelli. Entrambi sono stati messi a dura prova dai rispettivi concorrenti di cui si occuperanno, a mio parere più Manuel. Credo che i gruppi di quest’anno siano la squadra, per lo meno per quello che ho visto fin ora, più promettente e caratterialmente più forte di questa edizione. Mi sono trovato in accordo col giudice riguardo chi scartare e chi scegliere; tutti i selezionati si sono esibiti in modo eccellente e hanno dimostrato maturità e miglioramenti rispetto alle audizioni, e tanti hanno, a detta di Manuel, ribaltato la classifica mentale che già si era preparato.

Sono rimasto un po’ deluso dagli under uomini, le loro prime audizioni hanno superato di gran lunga questi bootcamp, forse per agitazione o ansia , più che legittime, ma hanno abbassato leggermente il livello che, chiariamoci, rimane comunque altissimo, ma non sono tra i miei preferiti.
Ecco i cinque partecipanti scelti nelle due categorie della prima parte dei bootcamp 2017:

Manuel Agnelli, guida spirituale dei gruppi: Heron Temple, Ana e Carolina, Ros (attualmente i miei preferiti), Sem e Sténn, Maneskin.

Fedez, a comando degli under uomini: Domenico Arezzo, Lorenzo Bonamano Samuel Storm, Gabriele Esposito, Kamless Kishnah. “Guardateli bene perché con 3 di loro vi farò un culo così” dice il rapper ai colleghi, “Attento al tuo però” ribatte sobriamente la Maionchi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.