BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Futuro nel turismo per Palazzo nuovo? Via libera dal Comune

Primo passo verso una nuova vita per la secolare struttura

Svolta a Brignano Gera d’Adda per le sorti di Palazzo nuovo, dal consiglio comunale arriva l’ok per discutere il cambio di destinazione dell’area privata dell’edificio, primo passo verso una nuova vita per la secolare struttura.

La lettera con la richiesta di cambio di destinazione è arrivata direttamente dalla ditta proprietaria di Palazzo nuovo, la Rea Dalmine, che da anni possiede questa porzione di Palazzo Visconti che risulta a tutti gli effetti come una residenza privata – al contrario dell’ala vecchia che invece risulta pubblica e in cui è allestita la sede del Comune -. Proprio questo status di abitazione è alla base della variazione invocata della società dalminese, che ha quindi inviato una richiesta formale all’amministrazione per discutere la modifica della destinazione d’uso, da privata a turistico – ricettiva, in modo da facilitarne la riqualifica o l’eventuale vendita agli investitori interessati, i quali vorrebbero realizzare, appunto, delle strutture turistico alberghiere all’interno dello storico edificio.

Non si tratta, quindi, della variante vera e propria alla destinazione d’uso, che richiede tempistiche burocratiche ben più ampie – circa nove mesi – e che seguirà un iter a sé stante, ma del primo passo di una serie di procedure che potrebbero portare finalmente a una possibile sistemazione di Palazzo nuovo, ormai inutilizzato da anni.

Preoccupazione da parte dalla minoranza per questa richiesta, con i consiglieri della lista “Progetto Comune Brignano” che hanno lamentato il poco tempo avuto per valutare attentamente tale proposta, chiedendo il rinvio della discussione poi bocciato in sede di votazione.

Di tutt’altro avviso la maggioranza che ha accolto e votato positivamente la domanda da parte dell’azienda di Dalmine: “Si tratta della prima volta dopo vent’anni che in un consiglio comunale viene trattata la parte privata di Palazzo Visconti – afferma il sindaco Beatrice Bolandrini -. Dare la possibilità alla proprietà di Palazzo nuovo di intervenire sulla struttura è sicuramente una cosa positiva. Ci attiveremo per inserire in convenzione l’apertura al pubblico in occasioni particolari. Dopo anni questa primavera siamo riusciti ad ottenere, in occasione delle giornate del FAI, l’apertura delle porte di questa porzione di Palazzo, raccogliendo un successo sorprendente. Dare la possibilità a tutti di tornare a visitare questo stabile non può che essere una cosa positiva per la popolazione e un’opportunità di attrattiva che non possiamo farci scappare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.