BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Bergamo torna “Alta Quota”, la fiera della montagna tra sport e turismo

La kermesse, in programma dal 13 al 15 ottobre, ha il grande merito di portare in città i tanti volti di una montagna da vivere a tutto tondo per tutto l’anno

Si è tenuta martedì mattina, presso Villa Flora, sede di Turismo Bergamo, a Bergamo, la presentazione della 14esima edizione di “Alta Quota”, la Fiera della Montagna e dell’Outdoor firmata Promoberg, in programma alla Fiera di Bergamo dal 13 al 15 ottobre.

La kermesse ha il grande merito di portare in città i tanti volti di una montagna da vivere a tutto tondo per tutto l’anno. Se da un lato la manifestazione rappresenta per gli operatori la prima occasione post-estate per incontrare decine di migliaia di appassionati e presentare la stagione “bianca” autunno-inverno, dall’altro versante AQ è la vetrina ideale per tantissime altre attività, sportive e non, che trovano in montagna il loro habitat naturale soprattutto durante la stagione Primavera-Estate.

Confermato l’ingresso gratuito per sostenere la filiera e gli appassionati.

Sono intervenuti: Luigi Trigona, Segretario Generale di Promoberg; Giuseppe Venuti, Responsabile Marketing della Provincia; Alessandro Pagnoni, Project Manager per Promoberg di Alta Quota.

Ospite d’eccezione, la pluri campionessa mondiale di ice climbing, Angelika Rainer.

“Negli ultimi dieci anni – ha detto Trigona – la domanda turistica ha subito importanti cambiamenti, in termini di modalità e motivazioni di viaggio. Questi cambiamenti hanno comportato e comportano la necessità di un ripensamento non solo dell’offerta invernale ma anche di quella estiva. In quest’ottica, Alta Quota non è mai venuta meno al suo ruolo di ‘sentinella’ della risorsa montana, promovendo presso la nostra fiera un appuntamento che, fin dalla sua prima edizione, si è posto come elemento di comprensione e di interpretazione di capacità competitive del mercato turistico e sportivo”.

Pagnoni ha snocciolato i principali dati della 14esima edizione di Alta Quota, sottolineando che anche quest’anno l’ingresso è gratuito, “per promuovere una filiera che abbraccia molti temi di grande rilevanza e favorire il pubblico di appassionati. Oltre 11mila metri quadrati, 165 brand portati in fiera da 120 imprese provenienti da sei regioni italiane e tre nazioni straniere (Austria, Svizzera, Francia) – dice Pagnoni – con un aumento della qualità e delle presenze straniere. In area esterna, grande vetrina delle attività outdoor, sono 12 le aree allestite per altrettante attività e discipline (come sempre a disposizione del pubblico gratuitamente) con l’ingresso di tre nuove aree prova dedicate a: “Parkour”, “Zumba” e “Urban ski lab”.

Quaranta, infine, gli appuntamenti collaterali in calendario, tra contest ed eventi vari. Non mancheranno i protagonisti della montagna, a cominciare da Angelika Rainer (accolta da un lungo applauso) e da Federica Mingolla (sabato 14, alle ore 17, presenterà il video “My Vertical Dream”).

“Sono felice di tornare ad Alta Quota – ha commentato Angelika Rainer, che arriverà in fiera domenica alle ore 16 -, perchè è ottimamente organizzata e promuove tutto il bello della montagna, comprese le discipline di nicchia come l’arrampicata su ghiaccio. Dopo l’incontro con il pubblico (durante il quale saranno proiettati anche dei video), eseguirò un’arrampicata dal vivo – svela in anteprima la pluricampionessa mondiale – per consentire agli appassionati di conoscere in presa diretta le tecniche corrette e toccare con mano le attrezzature necessarie per arrampicare in sicurezza”.

Venuti, riprendendo la filosofia di Alta Quota (promuovere i mille volti di una Montagna da vivere tutto l’anno), ha parlato di de-stagionalizzazione. “Il turismo in montagna sta cambiando – ha detto Venuti -. La gente frequenta la montagna non solo d’inverno ma anche, e sempre più, nelle altre stagioni. Gente che è alla ricerca di esperienze, enogastronomia tipica, itinerari culturali, eventi. E’ il caso della recente cordata da record della Presolana, che ha catturato l’attenzione di moltissima gente che non conosceva il nostro territorio e le nostre bellissime Orobie”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.