BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Chemtech Solar, dopo il 1° parco fotovoltaico in Senegal ora costruisce un ospedale

L’azienda bergamasca, dopo aver inaugurato lo scorso anno il primo parco fotovoltaico del Senegal, ha in cantiere nuovi importanti progetti in tutto il continente africano.

Lo scorso anno Chemtech Solar, azienda di Cologno al Serio, ha iniziato un progetto ambizioso realizzando il primo grande parco fotovoltaico del Senegal: un lotto iniziale di 11 MW è stato allacciato alla rete di Malicounda, vicino Dakar, nel novembre 2016 alla presenza del presidente della Repubblica Macky Sall.

Questo impianto è stato subito accolto con entusiasmo dalle autorità politiche e istituzioni locali, tanto da suscitare l’interesse di altri Stati africani limitrofi per collaborazioni e progetti futuri: dalla Nigeria al Burkina Faso, dalla Costa d’Avorio alla Guinea Conakry, per arrivare fino al Kenya. Nel frattempo il parco fotovoltaico di Malicounda è già stato esteso ad oltre 20 MW, con altri 40 in arrivo entro la fine del 2018. Tutto questo è reso possibile grazie all’aiuto di tre prestigiosi partners a livello internazionale: Risen Energy per i pannelli solari, Huawei Technology per gli inverter e China General Nuclear per l’investimento finanziario.

chemtech solar

A seguito del recente Forum “Investire in Africa”, tenutosi a Dakar lo scorso settembre e organizzato da Work Bank Group e China Development Bank, Chemtech Solar ha siglato insieme al partner cinese CGN un importante protocollo di accordo con Senelec (ente statale fornitore di elettricità) e il governo senegalese per un investimento di oltre 200 MW da realizzarsi entro il 2020. L’obiettivo è quello di fare del Senegal la porta di ingresso ai Paesi del West Africa per quanto riguarda lo sviluppo di energia rinnovabile, sia solare che eolica, e di altre energie alternative, con un investimento complessivo di oltre 200 milioni di euro. Chemtech Solar dà inizio ai lavori di costruzione del nuovo ospedale di Malicounda – 26 settembre 2016

Chemtech vuole però anche promuovere un approccio etico e socialmente responsabile durante la realizzazione dei suoi progetti: creando ad esempio numerosi posti di lavori per gli abitanti del luogo ed occupandosi direttamente della formazione del personale locale che dovrà curare l’esercizio e la manutenzione degli impianti per i prossimi 20 anni. L’azienda bergamasca si è inoltre impegnata a realizzare numerosi interventi a beneficio della popolazione residente nella zona, tra cui la costruzione di un nuovo centro di maternità e pronto soccorso (la posa della prima pietra è avvenuta con una cerimonia ufficiale lo scorso 26 settembre – vedi foto), l’ammodernamento di due scuole e l’estensione della rete di illuminazione del comune con l’installazione di lampade solari a tecnologia led.

chemtech solar

“Con la recente saturazione del mercato fotovoltaico in Europa, l’Africa è stata per noi una scelta quasi obbligata: sia per il forte fabbisogno energetico di queste nazioni, sia per le favorevoli condizioni climatiche e di irraggiamento che ovviamente favoriscono la produzione di energia solare – dichiara Piergiorgio Balicco, presidente di Chemtech Solar -. L’investimento iniziale in Senegal si è rivelato un prestigioso biglietto da visita per la nostra azienda: l’impianto di Malicounda è già stato visitato da numerosi ministri e autorità africane. Nel prossimo futuro continueremo pertanto a concentrarci sul West Africa, per consolidare la nostra presenza sul territorio, e per acquisire allo stesso tempo maggiore esperienza operativa a livello locale. Al proposito abbiamo creato una società di diritto senegalese che si occuperà dello sviluppo di questi progetti, oltre che della gestione di tutte le attività di public relations con le autorità governative e con le società di distribuzione dell’energia”.

IL GRUPPO CHEMTECH
Il gruppo Chemtech nasce nel maggio 1994, con la creazione della società Chemtech Engineering, che opera nel settore della ricerca, progettazione ed impiantistica industriale, prevalentemente nel campo dell’ingegneria elettro chimica. In pochi anni Chemtech Engineering conquista la leadership di una nicchia di mercato altamente specializzata, stampando componentistica utilizzata negli elettrolizzatori per impianti cloro/soda e diventando in questo modo una delle licenziatarie esclusive per le applicazioni delle resine termo indurenti in Telene® nel mondo.

Nel 2010 viene fondata Chemtech Solar, una divisione creata per operare nel settore delle energie rinnovabili, con focus particolare nella realizzazione di impianti fotovoltaici. Nel 2013 nasce la joint venture Risen – Chemtech, per consolidare la collaborazione con il produttore di pannelli solari Risen Energy. Altri partners strategici di Chemtech Solar sono Huawei Technology e China General Nuclear. Ad oggi Chemtech Solar ha già progettato e installato più di 50 MW in Europa, e nel 2016 ha inaugurato il primo grande parco fotovoltaico del West Africa, vicino a Dakar (Senegal). Sempre nel 2016 è stata creata la società senegalese Chemtech Solaire, per sviluppare nuovi progetti nel continente africano con l’obiettivo di installare e gestire 200 MW entro il 2020.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.