BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Non solo Orio: quanto incide Ryanair sugli aeroporti italiani

Vi siete mai chiesti quali e quanti sono gli aeroporti italiani più esposti all'annullamento dei voli programmati?

Ci ha messo pochi anni l’aeroporto di Orio al Serio a scalare le gerarchie nazionali per quanto riguarda il traffico passeggeri: 11 milioni quelli raggiunti nel 2016 (+7,26% rispetto al 2015), quando raggiunse la cifra di 10,4 milioni di passeggeri (+18,6% sull’anno precedente). Un successo in gran parte legato allo sviluppo delle compagnie low cost, e in particolare di Ryanair, che incide sull’82% dei passeggeri annuali dello scalo: l’equivalente di 9,2 milioni di clienti sugli oltre 11 milioni complessivi registrati lo scorso anno.

Dopo l’annuncio di nuovi tagli alle rotte, Sacbo – la società che gestisce l’aeroporto di Orio – ha precisato che la riprogrammazione operativa invernale di Ryanair inciderà “solo marginalmente” sui collegamenti. In totale, risultano 28 le frequenze in meno, per una media di 4 voli giornalieri. L’azienda si è comunque detta “tranquilla e fiduciosa rispetto a un trend che resta positivo”.

Ryanair

Ma allargando lo sguardo a livello nazionale, quali e quanti sono gli aeroporti italiani più esposti all’annullamento dei voli programmati? Sempre Il Sole 24 Ore ha fatto un punto sulla situazione, riportando come la compagnia operi in 27 aeroporti sparsi lungo lo Stivale. Ancor più “Ryanair-dipendente” dell’aeroporto di Orio al Serio c’è quello di Trapani, falcidiato dalla rimozione di 7 tratte, sul quale il colosso irlandese ha un’incidenza del 97% per quanto riguarda il traffico: 1,4 milioni di passeggeri.

All’aeroporto “Canova” di Treviso, gestito dallo stesso gruppo che controlla gli scali di Venezia e Verona, Ryanair incide sull’85% delle tratte e perderà nella stagione invernale le tratte verso Sofia (Bulgaria) e Amburgo (Germania). Un totale di 5 partenze perse a settimana, anche se l’azienda fa sapere che restano 27 tratte e che l’impatto del caso Ryanair sugli aereoporti del Nord est “sarà trascurabile”. Altri disagi sono previsti all’aeroporto di Pisa (2 milioni di passeggeri Ryanair l’anno e 2 tratte sospese su Londra e Sofia) e ad Alghero, in Sardegna: l’azienda irlandese ha annunciato che smantellerà i collegamenti con l’Europa, lasciando solo tre voli nazionali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.