BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

BergamoScienza

Informazione Pubblicitaria

Alziamoci per la Scienza: il Festival al via foto

We stand up for science: un inedito teatro Donizetti per l'inaugurazione di BergamoScienza 2017.

Più informazioni su

We stand up for science.

Alziamoci per la scienza. Mettiamoci in piedi per rendere onore alla ricerca e al progresso.

Alziamo il sipario sul mondo che cambia, su noi stessi, sul pianeta in cui viviamo e sull’universo immenso che ci ospita.
Accendiamo le luci sull’edizione numero quindici del festival scientifico BergamoScienza, che ha inaugurato le giornate dedicate alla scoperta scientifica che animeranno Bergamo fino al 15 ottobre.

Un Teatro Donizetti colmo ed inaspettato – in via del tutto eccezionale lo storico teatro ha riaperto le sue porte in anticipo in seguito alla chiusura a giugno per restauro – ha ospitato la serata inaugurale delle 16 giornate di eventi non-stop, gratuiti e aperti a tutti. Il caleidoscopico programma di laboratori, mostre interattive, spettacoli, conferenze e concerti ha preso il via venerdì 30 settembre con il giovane astrofisico e divulgatore Luca Perri, che ha animato il pubblico del teatro coinvolgendolo in quiz a tema spazio, una scelta jolly da parte di Bgscienza: le stelle hanno sempre un certo fascino.
“Scienza senza frontiere” di Perri ci ha portato nel magico mondo degli astronauti e, tra scherzi, musica – del talentuoso pianista Emanuele Fasano– e risate, il giovane divulgatore ci ha mostrato i segreti nella vita dello spazio e ci ha resi un po’ più consapevoli di quanto per l’esistenza di alcuni oggetti che comunemente usiamo dobbiamo rendere grazie alla corsa spaziale.

BgScienza

We stand up for science.

Così hanno fatto le autorità presenti in sala: Patrizia Graziani, Dirigente dell’ Ufficio X – Ambito Territoriale di Bergamo, Loredana Poli, Assessore all’istruzione, formazione, università e sport del Comune di Bergamo, Maurizio Martina, Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Claudia Terzi, Assessore alle Culture, Identità e Autonomie Regione Lombardia, Maria Paola Esposito, Area Promozione dell’Economia Locale ed Armonizzazione del Mercato e Matteo Rossi, Presidente della Provincia di Bergamo.
Tutti loro si sono alzati in piedi per la scienza, leggendo ad alta voce citazioni di scienziati illustri su tematiche ormai di grande attualità: pericoli ambientali, inquinamento, vaccini e molto altro.

We stand up for science.

Non si poteva fare altro di fronte a chi, la scienza, l’ha fatta. Sul palco del Teatro Donizetti sono saliti due pilastri della ricerca italiana per raccontare “Una vita di scienza e di ricerca”: Silvio Garattini, Direttore dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri”, e il fisico Renato Angelo Ricci, Professore Emerito all’Università di Padova. Guidati dalle domande del giornalista scientifico Luigi Ripamonti, i due scienziati, in occasione dei 70 anni della loro carriera, hanno raccontato le loro vite straordinarie dedicate alla scienza, alla ricerca e alla divulgazione. Come tutti i saggi, hanno incentrato il loro discorso e viaggio nei ricordi sui giovani, sulla generazione dei nuovi ricercatori.

“I giovani devono capire che la strada della ricerca è lunga e che devono darsi da fare, impegnandosi il più possibile, facendo sacrifici e trovando dei maestri che siano i loro punti di riferimento.”

“E’ giusto che i giovani vadano all’estero per perfezionare le proprie conoscenze, ma non vorrei che una visita diventi una permanenza. Come fanno le autorità a non accorgersi che diamo in omaggio i nostri giovani? Purtroppo questi sono anni difficili per la ricerca, ma dobbiamo ribellarci e credere ancora nell’innovazione delle nostre menti.”

We stand up for science.
Alziamoci e rendiamo omaggio alla scienza, al progresso, alla ricerca, all’innovazione. O, almeno, proviamoci andando a un evento di BergamoScienza.
Buona scienza a tutti!

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.