Quantcast
Fiumi sicuri, un migliaio alpini impegnati in 16 cantieri della provincia - BergamoNews
Edizione 2017

Fiumi sicuri, un migliaio alpini impegnati in 16 cantieri della provincia

Edizione 2017 della campagna di prevenzione e pulizia di fiumi e rogge: interventi in 12 paesi della Bergamasca.

Sabato 30 settembre è la giornata di “Fiumi Sicuri”, edizione 2017: dalle 7 del mattino sono in campo i volontari nei 16 cantieri per la pulizia degli alvei dei fiumi. Ma non solo.

“E’ un operazione fondamentale di prevenzione – ha commentato il coordinatore nazionale Protezione Civile Ana Gianni Gontero– nei confronti dell’ambiente e, soprattutto , delle persone, evitando rischi derivanti da grosse esondazioni legate alle precipitazioni, specie quando queste sono particolarmente violente”.

Non solo fiumi, però: nel cantiere “del Cornone”, a Scanzorosciate, in piena zona del moscato di Scanzo, i volontari stanno rifacendo i 60 metri (per 2 di larghezza) della pavimentazione in pietra che gli anni e il dilavamento avevano ormai ridotto a mal partita.

“Si tratta di un intervento che resterà nella comunità ed a favore di tutti”.

Gradita visita, gli alunni e le insegnanti della locale scuola media, che hanno visitato prima il cantiere “Fiobbio” e poi il campo base, sempre accompagnati e guidati dai volontari, dove hanno potuto anche assistere alla proiezione di un filmato sulle attività di Protezione Civile.

Le operazioni di pulizia e sistemazione hanno interessato i punti critici di fiumi e rogge in altri 11 comuni, oltre a Scanzorosciate: da Albano S.Alessandro a Caprino Bergamasco; da Costa Volpino a Cividate al Piano. E poi, ancora, Alzano Lombardo, Brembate di Sopra, Carvico, Gromo, Telgate, Terno d’Isola e Villa di Serio, per un totale di 16 cantieri nei quali lavorano un migliaio di volontari del 2° Raggruppamento Protezione Civile Ana, ossia delle Sezioni alpine di Lombardia ed Emilia-Romagna.

Assieme a questi, i volontari del Dipartimento Civile Nazionale, dei Nuclei comunali, l’antincendio boschivo, che non si sono risparmiati nell’impegno e nella dedizione.
Tutti i volontari hanno potuto sfamarsi grazie al lavoro prezioso del personale che è stato impegnato nella cucina per la preparazione dei pasti ai 700 operatori che si sono fermati presso il campo base.

A vegliare su tutti, il reparto trasmissioni e la Croce Rossa Italiana, con diversi mezzi e personale delle varie delegazioni.

“Qui al campo base – ha spiegato Alessandro Consonni, coordinatore locale della CRI Bergamo Hinterland – abbiamo messo a disposizione un punto medico avanzato,un centro mobile di rianimazione ed una “macchina veloce”, oltre ad una dozzina di volontari organizzati su tre turni”.

Nemmeno la Provincia ha voluto essere da meno: è toccato a lei l’onere di coordinare la sinergia tra la Protezione Civile Ana e quella comunale; ha gestito, in collaborazione con l’ufficio regionale dello Ster, la valutazione delle richieste d’intervento che i vari comuni hanno fatto. Non è mancato l’apporto del presidente Matteo Rossi, impegnato in prima persona: “Auguro a tutti voi – ha detto agli studenti – di poter un domani indossare questa tuta (della Protezione Civile, nda) perché questa rappresenta l’impegno nella comunità, l’amore per l’ambiente, la disponibilità di mettersi al servizio degli altri.. Ringrazio davvero tutti i volontari per quanto fatto in quest’edizione di “Fiumi sicuri”, che , per i numeri e per gli interventi, possiamo definire da record”.

In campo, anche il consorzio BIM (bacino imbrifero montano) il quale, congiuntamente a Provincia e Ster, ha messo a disposizione il proprio personale per il supporto tecnico.

A sorpresa, tra le giacche gialle ed i cappelli alpini, Stefano Maullu, vicepresidente della commissione cultura al Parlamento Europeo, e Mario Barboni, consigliere regionale che, nell’arco della mattinata hanno fatto visita al campo base, portando il proprio saluto ed il proprio riconoscimento al lavoro ed all’impegno dei volontari.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI