Quantcast
Onoranze Funebri, il Comune smentisce: "Nessuna intenzione di vendere" - BergamoNews
La replica

Onoranze Funebri, il Comune smentisce: “Nessuna intenzione di vendere”

L'assessore ai servizi cimiteriali Giacomo Angeloni replica ai sindacati: "Voci strumentalmente diffuse, dalle quali scaturiscono ingiustificati allarmismi".

Il Comune di Bergamo smentisce le voci e gli allarmismi sulla società controllata Bergamo Onoranze Funebri (LEGGI QUI).

“Sono voci strumentalmente diffuse, dalle quali scaturiscono ingiustificati allarmismi” commenta l’Assessore ai servizi cimiteriali Giacomo Angeloni.

Il riferimento dell’Assessore del Comune di Bergamo è chiaro: nelle ultime settimane alcuni consiglieri comunali hanno richiesto audizione agli organi di gestione della società, partecipando poi ad adunanze sindacali dei dipendenti BOF dalle quali sono scaturite successivamente proclamazioni di agitazione sindacale.

Il Comune di Bergamo riafferma nuovamente l’intenzione di non cedere la società, un’intenzione figlia del voto in Consiglio Comunale del febbraio 2016 e dei successivi atti di Giunta riguardanti la razionalizzazione delle società controllate e partecipate.

Palazzo Frizzoni resta disponibile ad un confronto con i lavoratori di BOF per riaffermare l’insussistenza delle voci di vendita della società. “Confermiamo – spiega Angeloni – la nostra fiducia negli organi di gestione dell’azienda.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Bof
Il caso
Bergamo Onoranze Funebri, stato di agitazione per i dipendenti
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI