Quantcast
In memoria di Yara 4 giorni di sport contro la violenza sulle donne: madrina Lara Magoni - BergamoNews
Bergamo e brembate sopra

In memoria di Yara 4 giorni di sport contro la violenza sulle donne: madrina Lara Magoni

“Porre lo Sport al centro, quale strumento indispensabile nella lotta alla violenza di genere. Farlo in memoria di Yara, nella sua città, ci richiama tutti verso uno spirito di responsabilità sempre maggiore e focalizzato nell'individuare azioni concrete in questa 'battaglia di civiltà'".

“Porre lo Sport al centro, quale strumento indispensabile nella lotta alla violenza di genere. Farlo in memoria di Yara, nella sua città, ci richiama tutti verso uno spirito di responsabilità sempre maggiore e focalizzato nell’individuare azioni concrete in questa ‘battaglia di civiltà'”.

Lo sostiene Lara Magoni, delegato provinciale Coni, presentando l’iniziativa “Lo Sport contro la violenza di genere” giunta alla sua quarta edizione che si terrà tra Bergamo e Brembate Sopra dal 28 settembre al 1° ottobre.

“Federazioni, Enti di Promozione e Associazioni Sportive, il Comitato Italiano Olimpico e Paralimpico, l’ ATS di Bergamo, Comune di Bergamo, Comune di Brembate Sopra e Provincia di Bergamo – continua Magoni – porteranno in modo unanime la loro voce quale antidoto in grado di arginare la violenza di genere in ogni sua modalità. Convegni, manifestazioni, esibizioni animeranno i quattro giorni bergamaschi in un cartellone fitto che vedrà susseguirsi nelle diverse location numerose e diversificate discipline sportive con una grande attenzione alla disabilità. Suggestivo, il motoraduno in ricordo di Yara che si concluderà con una cerimonia di commemorazione presso il cimitero di Brembate Sopra. Tutte le attività saranno promosse in modo gratuito a tutti gli utenti”.

E la vice-campionessa del mondo di sci conclude: “La mia esperienza prima da sportiva e poi impegnata in una funzione pubblica mi hanno consentito un osservatorio continuo convincendomi ancor di più della posizione privilegiata dello Sport per lo sviluppo di comportamenti idonei ad arginare qualsiasi violenza. Ringrazio fin da ora tutti coloro che saranno presenti che, insieme al Coni e alle numerose associazioni che hanno confermato la loro presenza, faranno partire ancora una volta da Bergamo il sano grido dello Sport contro ogni violenza”.

Lo sport contro la violenza di genere

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI