BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

‘Ndrangheta, droga, imprese e politica in Lombardia: sindaco arrestato

'Ndrangheta, droga, imprese e politica: maxi operazione all'alba di martedì in Lombardia: 24 persone raggiunte da ordini di custodia cautelare tra cui un imprenditore e il sindaco di Seregno.

Più informazioni su

‘Ndrangheta, droga, imprese e politica: maxi operazione all’alba di martedì in Lombardia: 24 persone raggiunte da ordini di custodia cautelare tra cui un imprenditore e il sindaco di Seregno.

Un’articolazione della ‘ndrangheta in Lombardia controllava un traffico di cocaina e intratteneva contatti con esponenti della politica in un sistema di scambio di favori che avrebbe interferito anche nell’elezione del sindaco. Queste le conclusioni di un’indagine dei carabinieri del Comando provinciale di Milano, che hanno eseguito tre diversi provvedimenti giudiziari di misure cautelari personali nei confronti di 31 persone.

Il sindaco di Seregno (Monza) Edoardo Mazza, di Forza Italia, è stato arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dai Gip dei Tribunali di Monza: è accusato di corruzione: avrebbe favorito gli affari con un imprenditore legato alle cosche, il quale si sarebbe a sua volta adoperato per procurargli voti.

A legare a “doppio filo” politica e ‘ndrangheta, secondo l’inchiesta della Procura di Monza e della Dda di Milano, sarebbe stato un imprenditore edile di Seregno il quale avrebbe intrattenuto rapporti con politici del territorio, e coltivato frequentazioni e rapporti fatti di reciproci scambi di favori con esponenti della criminalità organizzata. Il suo ruolo sarebbe stato “determinante” per l’elezione del sindaco arrestato

L’operazione ha interessato le province di Milano, Monza e Brianza, Como, Pavia e Reggio Calabria.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.