BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gli oggetti che danzano di Calder stupiscono i bambini

In un libro il lavoro e la tecnica di Calder spiegati in modo divertente, curioso e con molti pop-up.

Più informazioni su

Esiste una collana di libri dedicata a grandi artisti, raccontati e spiegati ai bambini, uno di questi personaggi è Calder, di cui anch’io voglio parlare perché piace moltissimo a mia figlia. Il libro è scritto da Patricia Geis e personalmente l’ho ordinato su Amazon, insieme ad altri testi della stessa autrice. Questo libro spiega la vita, il lavoro e le tecniche di Calder in modo divertente, curioso e con molti pop-up.

A parte i vari lavoretti che possono prendere spunto dalle sue sculture volanti, Greta (la mia bambina) ha capito la diversità che c’è tra queste opere e le comuni statue tradizionali. Apprezza il fatto che si muovano con il vento, che siano piene di ‘braccia’ (come dice lei) e che può provare ad emularle seguendo la tecnica, ma usando la sua fantasia. Abbiamo così costruito con la carta, delle piccole installazioni autunnali, usando foglie, rametti e spago da cucina. Per una miglior riuscita, consiglio del fil di ferro, ma noi non l’avevamo in casa e ci siamo arrangiate!

calder

La storia di questo artista è intrigante perché fin da bambino percorre la strada dell’invenzione, costruendo piccoli giocattoli per sé e per i suoi amici. Cresce in una famiglia di artisti e questo lo influenza moltissimo, ma ciò che più lo affascina è il poter creare oggetti con quello che trova: mollette, fil di ferro, bottoni, lattine, tappi.

I suoi lavori più conosciuti sono i Mobiles, le sculture volanti che tanto piacciono a mia figlia, ma anche i Stabiles, sculture statiche fatte di lamine attorcigliate. Per i bambini, le sue opere sono stimolanti e li portano a sperimentare, sviluppando la loro immaginazione e perché no, danno anche una lezione sul riciclaggio degli oggetti comuni.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.