BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pontida, la Cgil attacca il bando e il sindaco risponde: “Procedure regolari”

Il sindaco Luigi Carozzi: "I sindacati dovrebbero avere a cuore la creazione dei posti di lavoro e non ostacolare o interferire in regolari assunzioni"

La Cgil attacca, il Comune di Pontida risponde. I sindacati, dopo il caso dei parcheggi rosa che tanto ha fatto discutere, prendono di mira un bando di concorso indetto dall’amministrazione del Carroccio che, secondo il parere dei sindacati, presenterebbe elementi “discriminanti” e di “parzialità”.

Immediata la risposta del sindaco Luigi Carozzi, che in una nota scrive:

Apprendo con stupore quanto riportato dalla stampa a mezzo di un comunicato CGIL. Preciso innanzitutto che la modificazione del regolamento degli uffici e dei servizi nella parte riferita ai concorsi pubblici con l’inserimento della clausola “conoscenza d’uno o più programmi informatici in dotazione presso l’Ente” è stata concertata con le parti sindacali e, in particolare, proprio con la persona del Dr. Brumana, in data 20 marzo 2017: avrebbe potuto sollevare il problema nella sede preposta, ma ciò non è stato fatto. Segnalo che a giugno è stata peraltro espletata un’altra procedura concorsuale richiedenti tali requisiti e si sono presentate anche persone che non avevano già lavorato nella pubblica amministrazione, come si è verificato anche in questo caso, dove sono ad oggi pervenute circa quindici domande. I sindacati dovrebbero avere a cuore la creazione dei posti di lavoro e non ostacolare o interferire in regolari assunzioni; comunque, sia il Segretario ed il Sindaco saranno a completa disposizione del Prefetto per qualunque decisione vorrà assumere in merito.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.