BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ryanair taglia i voli, due coppie di bergamaschi a Cracovia: “Noi rimasti a terra”

Cristina Cairo Nozza, bergamasca in vacanza in Polonia, racconta la sua odissea per tornare a casa a Bergamo dopo che Ryanair ha deciso di tagliare duemila voli nelle prossime sei settimane.

La vicenda sembra bizzarra ma non lo è. Ryanair ha annunciato venerdì 15 settembre di tagliare duemila voli nelle prossime sei settimane. Alcuni clienti sono stati avvisati via mail.
All’aeroporto di Orio al Serio sono stati cancellati 5 voli Ryanair nella giornata di venerdì e sei nella giornata di sabato 16 settembre.

Cristina Cairo Nozza, bergamasca in vacanza in Polonia afferma: “Purtroppo ci sta capitando in quel di Cracovia… Siamo due coppie con una vacanza organizzata da marzo. Partenza da Orio il 15 settembre e rientro il 18. Venerdì 15 settembre, nel tardo pomeriggio ci arriva una e-mail dove ci comunicano che il volo di rientro ci è stato cancellato annunciando che, o ci rimborsano o si prenota in altra data. Peccato che il primo volo disponibile sia giovedì prossimo. Così abbiamo tentato di contattare il numero verde, ma ovviamente non abbiamo ottenuto nessuna risposta”.
“Nel caos delle nostre menti ci balena l’idea di vedere altre compagnie: su Volagratis 4 posti partenza il 17 a 440 euro. Decidiamo di comprarli ma dopo un’ora una e-mail ci comunica che purtroppo a quel prezzo non sono più disponibili. Sembra tutto uno scherzo, eppure quello che viviamo è tutto vero – racconta ancora Cristina -. E che si fa ora? Aguzziamo l’ingegno e alla fine sempre domenica prenderemo un bus che ci porterà a Ostrava e da lì prenderemo un volo per Orio. Questo viaggio rimarrà nella nostra memoria con tanta rabbia, soprattutto per il fatto che questa decisione Ryanair l’avrà sicuramente presa prima di venerdì e quindi doveva avvisare i passeggeri che il volo di rientro non era più nella data stabilita. Non lasciare in balia di nessuno persone a 1.300 chilometri da casa con tutto un vissuto alle spalle da organizzare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.