BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Castagne difende e spinge, Masiello si conferma super

Più informazioni su

GOLLINI 7: A sorpresa in campo dopo le quattro presenze dell’anno scorso. Torna dove aveva già giocato con il Verona prima dell’esperienza inglese. Un’uscita a vuoto al 16’. Non ha colpe sul gol di Bastien. Ben si comporta mettendo in corner un insidioso tiro di Birsa al 59’. Ancor più al 79’ salvando il risultato. Si conferma ottima alternativa a Berisha.

MASIELLO 7: Serve un capitano al posto del Papu. Lui non riposa. In questo momento non ha sostituto degno. Con buona pace di Bastoni e Mancini. Va ancora vicino al gol. Mantiene sempre grande tempismo.

CALDARA 6,5: Torna a comandare la linea difensiva. La forma migliore arriverà.

PALOMINO 7: Un salvataggio di petto sulla linea qualifica una prestazione già più che sufficiente. Si ripete ed è decisivo al 50’ su Birsa. Non è più una sorpresa.

HATEBOER 6: Spinge ma non punge. Comunque prestazione sufficiente.

DE ROON 6,5: al 25’ gli nega il gol Sorrentino. Al secondo negativo ci pensa il Var, via Ilicic in fuori gioco. E’ di nuovo De Roon specie quando insiste per andare al tiro. Gioca una infinità di palloni. Questa volta con maggiore precisione.

FREULER 6: E’ lui il regista. Soffre la fisicità del centrocampo del Chievo. Fino a che Gasperini tenta la carta Cristante.

CRISTANTE 6: Dal 66’ al posto di Freuler per rivitalizzare il centrocampo atalantino. Ci riesce per riprendere il risultato che stava sfuggendo.

CASTAGNE 6,5: Più sicuro. Molto propositivo. Senza il Papu davanti sembra sfruttare meglio gli spazi. Non è la medicina migliore, lui la usa al meglio con una prestazione positiva.

ORSOLINI 7: Dal 73’, per il suo esordio in serie A. Non ha che un paio di giocate ma è decisivo insieme al Var per convincere l’arbitro a darci il rigore che ci era stato tolto nel primo tempo. Verrà utile perché entra in campo con voglia di incidere. E ci riesce.

KURTIC 6: Al 10’ un tiro fuori di un soffio, non ha fortuna. Grande corsa al servizio della squadra. Lavoro oscuro che non viene premiato nelle conclusioni.

ILICIC 6: Non è fortunato. Come l’amico Kurtic. Tenta più volte il tiro da fuori. Ancora troppi alti e bassi. Qualità superiore non espressa al meglio

PETAGNA 5: Esce scontento per il cambio, anche per la prestazione troppo approssimativa. Ciò non giustifica il gesto di togliere la mano a chi gliela tende dalla panchina.

GOMEZ 7: Dal 51’ al posto di Petagna. Un minuto dopo la gara si complica per il gol di Bastien. Non lo vedo giocatore da mezzi tempi. Si adegua con grande umiltà al servizio della squadra costretta ad inseguire. Costringe i difensori avversari a continui interventi fallosi. Sul rigore non concede emozioni e disturbo a Sorrentino, che raccoglie nel sacco.

 

GASPERINI 7: Come sempre sorprende tutti con un turn over intelligente. L’Atalanta fa la partita. Rischia di perderla, per quanto fatto nei novanta minuti meriterebbe di più. Invidiabile la condizione atletica. A suo merito avere preparato la partita in modo di non disperdere la concentrazione che la squadra ha mantenuto.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.