BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Welcome back Dea: che spettacolo a Reggio Emilia (in campo e sugli spalti)

Le pagelle della sensazionale Atalanta del nostro Giulio Bassani, classe 2000

ATALANTA 9: esordio migliore non poteva esserci. La squadra di Gasperini impartisce una vera e propria lezione di calcio agli inglesi, parole letterali di Koeman, coach dei toffees, che vengono asfaltati letteralmente dal gioco della Dea. Mattatori della serata Masiello, Gomez e Cristante a cui si aggiunge uno strepitoso Petagna. L’Atalanta in virtù del pareggio tra Apollon Limassol e Lione per 1-1 raggiunto dai ciprioti nel finale, è prima nel girone di ferro di questa Europa League 2017-18 e può sognare in grande. I tifosi hanno vissuto una giornata storica piena di mille emozioni, hanno sostenuto la squadra con un entusiasmo e una passione fuori dal normale dall’inizio alla fine in tutti i settori. Un tripudio di colori, bandiere,sciarpe che sventolavano al ritmo del tamburi per un evento tanto attesi dal popolo bergamasco e atlantico. Una Città come Reggio Emilia prima quasi “sconosciuta” entrerà per sempre nei nostri cuori. Una serata di metà settembre che resterà nella storia neroazzurra.

Berisha 7: protegge la porta e compie due interventi importanti: al 13′ respinge un tiro centrale di Vlasic,mentre ad inizio ripresa mantiene la porta inviolata davanti al tentativo di Rooney. Per il resto ordinaria amministrazione.

Toloi 7,5: è imprescindibile nella retroguardia di Gasperini, e nella gara di ieri,soprattutto nel primo tempo gioca una gara sontuosa da vero mastino difensivo.

Palomino 7,5: altro grande protagonista assoluto nella difesa nerazzurra con interventi decisivi. La domanda è d’obbligo: “Ma nessuno lo aveva scovato prima questo giocatore?”. Noi ce lo teniamo stretto, con gli impegni ravvicinati è più che un’ottima alternativa.

Masiello 8: imperiale dietro e micidiale davanti con il vizio del gol. Al 27′ approfittando di una sponda di Petagna da due passi va vicino alla rete con Stekelenburg,ex-Roma, che devia clamorosamente in angolo . Gol che arriva proprio dal corner stesso con Masiello che stavolta non sbaglia sempre da pochi passi e segna il primo gol degli orobici in Europa League facendo esplodere tutto lo stadio. Al 34′ ha ancora un’altra buona occasione ma l’estremo difensore avversario lo anticipa in uscita.Ammonito e un po’ stanco e dolorante viene sostituito. (dal 76′ Caldara 7: entra nel finale quando il match ormai ha detto la sua ma comunque dà un contributo a mantenere la porta inviolata e mette ancora minuti nelle gambe dopo i problemi fisici del precampionato)

Hateboer 7,5: sulla sua fascia di competenza, l’avversario è costretto spesso ad arretrare e giocare da difensore laterale. È in netto miglioramento rispetto alle prime uscite, anche per quanto riguarda la forma.

Freuler 7,5: il suo è un grande lavoro: silente ma di grande sostanza.E al 11′ della ripresa ha anche l’occasione per fare poker ma il suo destro si stampa sulla traversa e finisce nel settore ospiti.

Cristante 8: sta passando un periodo di forma eccellente ed è autore di una prova eccezzionale: grande gioco fra le linee, non dà riferimenti agli avversari che molte volte lo perdono, come in occasione della rete(la 5^ in maglia nerazzurra, 2^ stagionale) che sigilla il risultato sul 3-0 e manda in visibilio i tifosi che alla sua sostituzione si alzano per tributare al centrocampista ex Pescara una meritatissima standing ovation. (Dal 86′ Kurtic SV:entra nei minuti conclusivi di una sfida ormai chiusa da tempo)

De Roon 7: qualche errore in disimpegno, ma a livello generale gioca una gara molto aggressiva e determinata. Ovviamente, ci vuole ancora un po’ di tempo per vederlo giocare nei meccanismi del Gasp.

Castagne 7,5: spinge e corre molto sulla fascia sinistra, in alcune circostanze commette qualche imprecisione(nei primi minuti di gara dopo aver saltato il diretto avversario sul più bello al limite dell’area perde clamorosamente il pallone) ma ci mette impegno e talvolta Gomez ignora i suoi movimenti.

Gomez 8: il suo Eurogol (è proprio il caso di dirlo) spacca la gara: un destro sotto la Tribuna Sud che ricorda la sua rete contro il Cagliari la scorsa stagione. Al 55′ spara alto da dentro l’area su assist del solito Petagna e si divora la doppietta. Insomma anche se non è al top, il Papu mette sempre lo zampino nelle azioni più pericolose.

Petagna 9: il migliore in assoluto.Fa giocare la squadra a meraviglia, un perfetto regista offensivo. Non segna ma fa segnare con due assist per le reti del Papu e di Cristante. In più nel primo tempo al 27′ appoggia per Masiello che sbatte su Stekelenburg, al 49′ tenta il tiro ma il portiere avversario si allunga, al 55′ e al 57′ serve prima Gomez e poi Freuler che non trovano la rete. Insomma semplicemente eccezionale lavoro per il triestino che tra gli scroscianti applausi del pubblico. (Dall’ 80′ Cornelius 7: cerca anche lui di partecipare alla festa e all’88 il suo sinistro finisce tra le braccia del portiere olandese)

Gasperini 9: ritorna in Europa e lo fa annichilendo un’Everton mai in partita. Nella formazione cambia le carte in tavola togliendo il trequartista e aggiungendo un centrocampista in più al centro. Una gara perfetta per i suoi uomini. Chissà che non stia preparando un’altra stagione miracolosa, i segnali ci sono eccome.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.