BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Una scuola, una pizzeria, la Conad e una banca: le serrande che si alzano nel salotto di Bergamo foto

Il salotto di Bergamo sta vivendo una nuova stagione, e si prepara a un nuovo slancio anche in vista della ristrutturazione del teatro Donizetti che nel giro di 24 mesi dovrebbe tornare a riaprirsi dopo un restauro completo, garantendo nuovo smalto per tutta la zona

I tempi sono lunghi, ma qualcosa nel salotto di Bergamo sta cambiando e le serrande abbassate stanno facendo posto a nuovi negozi.

Per il Centro Piacentiniano forse si tratta di una stagione fortunata, dopo l’apertura del ristorante Gritti da febbraio ha aperto i battenti accanto a Balzer anche la pizzeria Antica Fiera, un tributo alla storia del luogo che ospitava appunto la rinomata fiera di Bergamo.
Gestori napoletani, oltre alla pizza il ristorante propone un menù mediterraneo che si può gustare proprio sul Sentierone. Sotto i portici intanto Balzer ha stretto un accordo con la Bianchi e propone il noleggio di bici elettriche.

La storica pasticceria strizza l’occhio al futuro e con questo noleggio completa l’offerta a possibili visitatori e turisti. Una vetrina più in là, trova posto un temporary shop di Tiziana Fausti, mentre la boutique (al centro di diversi furti) accanto alla farmacia Terni ospita ora la sede della iSchool che occupa anche la vecchia sala da pranzo del Balzer.

“Abbiamo messo uno stop alla desertificazione del centro – afferma l’assessore al commercio e sindaco di Bergamo Giorgio Gori -. Le nuove attività sono un segno di ritrovata vitalità dell’area piacentiniana. Adesso dobbiamo proseguire su questa strada: la variante urbanistica per favorire il commercio, il restauro de teatro Donizetti e il concorso internazionale ci daranno gli strumenti per rendere il centro di bergamo più bello, vivo e attrattivo”. 

Poco lontano, il largo Belotti si sta preparando un cambio seriale: la sede dell‘ex Cariplo, vuota ormai da tempo, presto ospiterà una filiale Mediolanum; il corposo spazio dell’ex cinema Nuovo accoglierà invece la Conad in una formula diversa: un investimento di circa 2 milioni di euro per uno spazio commerciale di 800 metri quadri.

Sempre sullo stesso lato della strada, ma appena oltre il semaforo ha riaperto dopo un’importante riqualificazione la Farmacia Comunale. Che il salotto buono stia attirando l’attenzione degli imprenditori non è quindi una novità, anche la Carrefour ha aperto il suo quarto punto vendita Express in via Tasso. Una formula, questa della Express, che punta a negozi di alimentari di media grandezza che rifanno il verso alle botteghe di vicinato.
Insomma il salotto di Bergamo sta vivendo una nuova stagione, e si prepara a un nuovo slancio anche in vista della ristrutturazione del teatro Donizetti che nel giro di 24 mesi dovrebbe tornare a riaprirsi dopo un restauro completo, e della nuova vita dell’ex diurno che garantiranno così un nuovo smalto per tutta la zona. Come è già successo per via San Tomaso con la ristrutturazione dell’Accademia Carrara.

Negozi nel Centro piacentiniano
 

La pizzeria ristorante Antica Fiera

Negozi nel Centro piacentiniano
 

Il Carrefour Express

Negozi nel Centro piacentiniano
 

Mediolanum

Negozi nel Centro piacentiniano
 

iSchool

Negozi nel Centro piacentiniano
 

Il Balzer

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da residente

    il centro di Bergamo,il salotto buono come lo si definisce sempre, bisogna smettere di trasformarlo in tinello con manifestazioni degradanti come “i mercatanti”. Bisogna rilanciarlo definitivamente richiamando turisti e persone più elevate rispetto a quelle richiamate dai mercati.