BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Basket, la Serbia si conferma “bestia nera”: Italia eliminata ai quarti

L'Italia esce ai quarti di finale per il terzo Europeo consecutivo: nel 2013 e nel 2015 per mano della Lituania, mentre quest'anno viene sconfitta per 83-67 dalla Serbia

Più informazioni su

L’Italia esce ai quarti di finale per il terzo Europeo consecutivo: nel 2013 e nel 2015 per mano della Lituania, mentre quest’anno viene sconfitta per 83-67 da una Serbia che fa valere la propria superiorità fisica ed il talento dei suoi singoli, guadagnandosi la semifinale contro la Russia. Nonostante lo sforzo dei lunghi italiani, sotto canestro non c’è mai stata partita: a fine ultimo quarto il conto dei rimbalzi dice 44-19 per i serbi, con ben 17 rimbalzi offensivi, che hanno permesso a Bogdanovic e compagni di usufruire di un gran numero di secondi tiri.
Sasha Djordjevic è stato bravissimo a preparare la partita, spingendo l’Italia a giocare come non avrebbe voluto. Il ct serbo deve ringraziare, neanche a dirlo, Boban Marjanovic e Bogdan Bogdanovic: il lungo dei Detroit Pistons fa valere sin da subito i suoi 2.22m, permettendo alla Serbia di impadronirsi dell’area azzurra; il neo acquisto dei Sacramento Kings, invece, realizza 22 punti, 4 assist e 6 rimbalzi, a cui aggiunge un’incredibile marcatura su Belinelli che, di fatto, viene limitato il più possibile. Nonostante la serataccia dall’arco (3/17), i ragazzi di Djordjevic sono quasi infallibili a cronometro fermo (26/29).

basket, italia - serbia

Nonostante una buona partenza azzurra, l’ingresso in campo di Marjanovic stravolge la partita: il lungo serbo regge i raddoppi di marcatura e serve più volte i compagni liberi, che possono prendersi tiri – e punti – facili. Il primo quarto termina 17-18 per la Serbia, complice un 10/10 ai liberi, ed aiutata da un fiscalità (forse un po’ troppo eccessiva) dell’arbitro Kato.
Nel secondo quarto, la partita prende sin da subito una brutta piega per gli azzurri: in avvio Cusin, dopo essere stato stoppato, commette di frustrazione il suo terzo fallo, e coach Messina lo richiama in panchina. Entra Burns, che ha sì un buon impatto sulla gara, ma che ha anche 20cm in meno rispetto a Marjanovic, suo marcatore, e la differenza si sente. Melli tiene viva l’Italia, Marjanovic domina a rimbalzo, Hackett realizza una tripla importante e Bogdanovic gli risponde. Datome e Burns realizzano dall’arco dei 6.75, ma ciò non impedisce alla Serbia di andare a riposo sul 44-33.

La ripresa si riapre con la solita strapotenza fisica a rimbalzo dei nostri avversari, che toccano il +15. Nonostante le percentuali al tiro degli azzurri si abbassino notevolmente, Belinelli, Biligha e Aradori portano l’Italia sul-8, ma un fallo tecnico fischiato alla panchina azzurra riporta la Serbia avanti di 11.
Nell’ultimo quarto, quando l’inerzia della partita sembra spostarsi a favore degli azzurri grazie ad una tripla di Belinelli e un canestro da 2 di Datome, a Djordjevic basta rimettere in campo Bogdanovic per sistemare le cose: il talento serbo realizza 8 punti che, di fatto, chiudono la partita.
A fine partita capitan Datome ammette: “Siamo sempre stati ambiziosi, forse più di quello che potevamo fare, però la mentalità era questa. Fa sempre male uscire, però penso che i tifosi si sono divertiti: hanno visto una squadra che ha combattuto, e questo deve essere il punto di partenza”.
Azzurri a casa e che ora dovranno pensare alle qualificazioni al mondiale 2019 in Cina; in panchina, però, non siederà più Ettore Messina bensì Meo Sacchetti. Il presidente federale Gianni Petrucci commenta così il già annunciato cambio del commissario tecnico: “Dobbiamo solo ringraziare questi azzurri e Messina, che lascia la Nazionale per dedicarsi solo ai San Antonio Spurs, ma spero che un giorno voglia tornare ad allenare in Italia”.

basket, italia - serbia

ITALIA: Hackett (5), Belinelli (18), Aradori (4), Filloy (3), Biligha (4), Melli (7), Cusin (2), Cinciarini (-) Abass (0), Baldi Rossi (0), Burns (9), Datome (15)
Coach: Messina

SERBIA: Bircevic (0), Bogdanovic (22), Guduric (0), Jovic (6), Kuzmic (9), Lazic (0), Lucic (11), Macvan (13), Marjanovic (10), Micic (2), Milosavljevic (10), Stimac (0)
Coach: Djordjevic

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.