BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Anche a Bergamo sequestro dei conti leghisti, Salvini: “Ma Pontida si farà”

Salvini polemizza con la magistratura: "È la prima volta nella storia della Repubblica che in assenza di una condanna definitiva si sequestrino i conti di un partito politico".

Matteo Salvini ha annunciato alla Camera che alcune banche, a livello locale, tra queste anche istituti di credito di Bergamo oltre che in Emilia, in Liguria, Trento, hanno negato l’accesso ai conti correnti di dirigenti locali della Lega chiamati a fronteggiare le spese per l’organizzazione della prossima manifestazione di Pontida e in vista dei referendum in Lombardia e Veneto.

“Quindi – ha spiegato il leader del Cartoccio – non possiamo pagare le spese per palchi, tendoni, pullman, auto. Ma la faremo lo stesso”.

Salvini polemizza con la magistratura: “È la prima volta nella storia della Repubblica che in assenza di una condanna definitiva si sequestrino i conti di un partito politico. Tutto ciò per un pezzetto di magistratura. Ma se pensano di spaventarmi si sbagliano di grosso”.

“Il provvedimento di sequestro cautelativo – ha detto – è stato deciso dal tribunale di Genova sulla base di una sentenza di primo grado: in sostanza, saremmo chiamati noi a rispondere degli eventuali errori e mala gestione di fondi pubblici da parte del Carroccio della gestione Belsito con Bossi 9 anni fa, con la richiesta di 48 milioni. È un attacco alla democrazia, una follia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Kurt Erdam

    la “certezza della pena” per gli altri ma per voi sono sempre gomblotti e ci vuole sempre una “deroga”