Quantcast
A Reggio Emilia per l'Atalanta anche Peluso, Paloschi, Grassi e Matri - BergamoNews
La curiosità

A Reggio Emilia per l’Atalanta anche Peluso, Paloschi, Grassi e Matri

Gli ex atalantini in compagnia del bomber del Sassuolo hanno assistito al trionfo dei nerazzurri nella serata del ritorno in Europa, al Mapei Stadium

C’erano anche diversi ex nerazzurri sugli spalti del Mapei Stadium di Reggio Emilia per Atalanta-Everton.

Come Federico Peluso, ora in forza ai padroni di casa del Sassuolo. Il terzino esploso con la maglia della Dea, tanto da meritarsi la chiamata della Juve, ha esultato ai gol di Gomez e compagni con lo stesso sorriso di quando si allenava a Zingonia. Con lui il compagno in neroverde Alessandro Matri, più volte accostato all’Atalanta nelle sessioni di mercato e amico di diversi giocatori bergamaschi.

Due file più in basso anche due elementi del più recente passato atalantino, passati in estate alla Spal: da Ferrara sono arrivati Alberto Paloschi e Alberto Grassi, che pur non disputando una stagione da protagonisti, l’anno scorso hanno contribuito alla qualificazione europea della squadra di Gasperini.

leggi anche
Papu
Appunti & virgole
Grazie Atalanta: il 14 settembre 2017 resterà per sempre nella storia del club
Atalanta gol
L'analisi
Everton demolito, Atalanta spettacolare: ora il girone d’Europa fa meno paura
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it