BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Graziani: “Cari ragazzi, la scuola è patrimonio e responsabilità di tutti”

Il saluto del dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo Patrizia Graziani

Pubblichiamo il saluto del dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo Patrizia Graziani ai tutti gli studenti.

Gentilissimi,
il ritorno in classe è sempre denso di aspettative e, per molti, motivo di rinnovato entusiasmo: a scuola studentesse e studenti si costruiscono il futuro in base al progetto di vita ed anche ai propri sogni! Così gli insegnanti, in un mondo in continua trasformazione, sono chiamati sempre più ad anticipare i tempi e ad aiutare ragazze e ragazzi a leggere nel futuro, trasmettendo la convinzione che conoscenze e competenze richiedono un apprendimento costante lungo tutta la vita.

La scuola è un patrimonio ed una responsabilità di tutti e ognuno di noi deve sentirsi sollecitato a donare il proprio contributo per offrire speranza e futuro, affinché tutti i nostri bambini e ragazzi possano consapevolmente riconoscere e costruire la propria felicità.
La scuola è un luogo educativo dove si cresce e si stringono relazioni vere tra persone. I nostri giovani chiedono alla scuola non solo di guidarli ad acquisire competenza o tecnica, ma soprattutto testimonianza di valori vissuti e fiducia.

Alle studentesse e agli studenti rivolgo un invito: impegnatevi e andate avanti con ottimismo anche nei momenti di sconforto; interrogatevi per capire chi siete e cosa volete. Soprattutto, date il meglio di voi in ogni occasione, per seguire gli studi con profitto, ma anche per entrare a pieno titolo nel mondo del lavoro. Alle bambine e ai bambini nel loro primo giorno di scuola, in particolare, auguro possano trovare le risposte ai loro tanti perché, restando sempre curiosi.
Einstein ci dice che la mente dei nostri studenti è come un paracadute: funziona solo se si apre. La nostra azione educativa ha lo scopo principale di aprire le menti delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi e di insegnar loro a esplorare oltre l’orizzonte.
Ringrazio i dirigenti scolastici, i docenti, tutto il personale della scuola bergamasca e dell’Ufficio Scolastico Territoriale, per l’elevata professionalità e lo spirito di servizio dimostrati anche in questa fase di riorganizzazione, che procede con le graduali novità previste dai decreti attuativi della Legge 107 del 2015.
Un grazie alle associazioni dei genitori, al mondo produttivo e del terzo settore, ai rappresentanti delle amministrazioni, alle organizzazioni sindacali: a tutti quanti lavorano e si impegnano per la realizzazione di un sistema di istruzione e formazione ai massimi livelli, con punte di eccellenza in vari campi grazie alle buone pratiche diffuse.
La nostra scuola è pronta a dare il suo fondamentale contributo. È coraggiosa, vivace, inclusiva, aperta all’innovazione, nella migliore tradizione bergamasca, a garanzia di un’offerta di qualità.
È rigorosa e seria nella valutazione degli apprendimenti.

Tutti noi siamo chiamati a far trovare ai giovani gli strumenti culturali per vivere bene con se stessi e nella società. Si avvicina il 70° anniversario dell’entrata in vigore della Costituzione italiana. Questa fondamentale ricorrenza deve offrire ai nostri studenti un ulteriore slancio per crescere come cittadini attivi e responsabili, partendo dal presupposto che la cultura rende le persone libere e che senza cultura non c’è democrazia.
Tutti noi dobbiamo far conquistare ai nostri studenti quello “star bene” come persona che auspichiamo sia il traguardo cui tende la scuola. La felicità non è un traguardo raggiunto e va quotidianamente costruita, ricercata con determinazione e coraggio. E questo “coraggio della quotidianità” è quanto viene chiesto alla scuola di mostrare ogni giorno. Coraggio di proporre conoscenza e cultura, coraggio nell’ “imparare ad imparare” che accompagna la formazione per tutto l’arco della vita.
Buon anno scolastico!

Patrizia Graziani
dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Satana

    Certo, adesso sono i ragazzi i responsabili dello stato attuale della scuola italiana! Certo, sono loro che hanno ideato la buona scuola! Come sono bravi i burocrati e dirigenti pubblici scaricare le colpe addosso agli altri e non prendersi mai le proprie responsabilità!