BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

RadiciGroup e Atalanta, stesso terreno di gioco: “L’85% della nostra produzione è in Europa”

Riciclo e riuso delle risorse le parole chiave della strategia aziendale, in linea con quanto promosso dalla Commissione Europea in termini di economia circolare ed eco-design

È l’Europa, per RadiciGroup, il campo principale in cui si giocano le sfide più avvincenti. Il Gruppo, guidato dai tre fratelli Angelo, Maurizio e Paolo Radici, opera nei business della chimica, delle materie plastiche e delle fibre sintetiche, produce per l’85% in Europa impiegando 2624 lavoratori (3060 l’organico totale 2016) in 17 impianti produttivi (24 il totale mondo) e 7 sedi commerciali (10 a livello globale).

Con oltre 75 anni di storia nel mondo del tessile, oggi RadiciGroup è il secondo produttore europeo di poliammide (210 mila tonnellate) e di poliestere (24mila tonnellate), due tra le fibre sintetiche più utilizzate al mondo per innumerevoli applicazioni: dall’automotive (55% del fatturato RadiciGroup), all’abbigliamento (soprattutto tecnico-sportivo), dall’arredamento ai vari settori industriali.

In questo contesto si inserisce la partnership con l’Atalanta BC per la UEFA Europa League e la Coppa Italia. Il terreno di gioco è proprio quello europeo, sia per quel che riguarda il business di RadiciGroup sia per quel che concerne le sfide del club Nerazzurro nell’avventura calcistica in Europa League.

Atalanta e Radici

“È per me motivo di orgoglio vedere posizionato il marchio RadiciGroup sulle maglie che l’Atalanta utilizzerà in Europa League – ha dichiarato Maurizio Radici, vicepresidente di RadiciGroup – Il nostro Gruppo è nato a Bergamo, ha ancora sede qui, ma opera in tutto il mondo, in particolare in Europa, dove si concentra l’85% della nostra produzione: eravamo una piccola azienda tessile di provincia, ci siamo trasformati in una multinazionale della chimica, della plastica e delle fibre sintetiche. Ringrazio l’Atalanta che permette alla città di Bergamo e a tutti noi bergamaschi di vivere questa magica avventura europea”.

RadiciGroup è oggi l’unico gruppo europeo in grado di controllare tutto il processo produttivo, dalla chimica del polimero alla produzione delle fibre sintetiche o dei tecnopolimeri, compreso il riciclo a fine vita. Una filiera integrata capace di concretizzare quanto promosso anche dalla Commissione Europea in termini di economia circolare, un sistema che prevede cioè il riuso e il riciclo delle risorse.

Atalanta e Radici

“Da tempo RadiciGroup è impegnata nel mettere a punto materiali a basso impatto ambientale, con tanto di certificazione dei propri prodotti e processi – sottolinea Angelo Radici, presidente di RadiciGroup – Il Gruppo può essere considerato un fornitore a monte ideale per un mercato che progetta in chiave di eco-design. Per noi – continua Radici – una delle sfide maggiori e sulla quale ci stiamo concentrando moltissimo, trasversalmente a tutte le aree di business del Gruppo, è legata alla riciclabilità completa delle fibre sintetiche: l’obiettivo è fare in modo che tutti i prodotti del settore tessile vengano riciclati meccanicamente e diventino una nuova materia plastica per usi tecnici e industriali”.

Se si considera il mondo del calcio, i filati in nylon RadiciGroup possono essere utilizzati soprattutto per l’intimo e i calzettoni dei giocatori, mentre i filati in poliestere sono consigliati per l’esterno delle maglie (meglio la poliammide a contatto pelle) e per i pantaloncini. Per quel che riguarda le materie plastiche, i tecnopolimeri prodotti da RadiciGroup trovano applicazione nelle sedute da stadio – si ricorda la fornitura per i Giochi olimpici di Rio nel 2016 – ma anche nei vari accessori sportivi, come le scarpette o le protezioni da calcio.

Infine RadiciGroup produce anche il filo utilizzato per realizzare i campi in erba sintetica: un’offerta, quella per il mondo del calcio, che si delinea tra le più complete e sostenibili nel panorama europeo, proposta da un unico Gruppo, radicato nel territorio bergamasco e attivo oltre i confini nazionali.

Stabilimenti produttivi di RadiciGroup in Europa:
– 9 in Italia (chimica, plastica, fibre);
– 3 in Germania (chimica, plastica, fibre);
– 1 in Repubblica Ceca (fibre);
– 1 in Romania (fibre);
– 1 in Svizzera (fibre);
– 1 in Olanda (plastica);
– 1 in Ungheria (fibre).

Sorteggi Europa League e riferimenti al mondo RadiciGroup Atalanta BC affronterà nelle prime partite di Europa League il Lione (FRA), l’Everton (UK) e l’Apollon (CIPRO).
In Francia e in Inghilterra RadiciGroup è presente rispettivamente con Radici Plastics France SA e Radici Plastics UK Ltd, attive nella commercializzazione di tecnopolimeri e altri intermedi chimici. Dopo l’Italia e la Germania, questi due mercati rappresentano il terzo e quarto Paese per fatturato di RadiciGroup (complessivamente circa 100 milioni di euro il giro d’affari annuo). Il Gruppo, comunque, vendepraticamente in tutte le Nazioni europee, compreso Cipro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.