BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La pioggia non guasta la festa del Moscato: giù il sipario dopo emozioni e divertimento

La passione muove tutto e permette di raggiungere ogni traguardo ed è proprio questo il mix alla base della buona riuscita della Festa del Moscato di Scanzo e dei sapori scanzesi, che ha regalato quattro giorni di emozioni e divertimento.

La pioggia non ha fermato la festa del Moscato di Scanzo. Tre giorni su quattro sono stati bagnati da acquazzoni e temporali, però la voglia di festeggiare e divertirsi non è mancata anche alla 12esima edizione della kermesse che si è conclusa nella serata di ieri, domenica 10 settembre.

Festa del Moscato

Protagonista indiscusso il rinomato Moscato, frutto del lavoro dei viticoltori scanzesi, che ottengono questo passito di colore rosso rubino effettuando una lunga e articolata preparazione nel corso dell’anno. Il Re dei Moscati si è potuto degustare in tutto il suo aroma nelle casette distribuite lungo il percorso della festa e nei tanti corsi e laboratori organizzati durante la manifestazione.
Inoltre, camminando tra gli stands, si sono potuti assaggiare golose specialità locali come altri vini, miele, olio, formaggi e prodotti da forno: la passeggiata, così, si è trasformata in un invitante e gustoso itinerario accompagnato dalla curiosità di scoprire la tappa successiva in un viaggio tra i sapori e le fragranze presenti alla festa, arricchita da addobbi a tema che hanno reso sin dall’ingresso l’atmosfera accogliente e colorata. A impreziosire il tutto i progetti e le installazioni organizzate con la direzione artistica dell’associazione Sotto alt(r)a quota, che ha curato gli allestimenti in ogni minimo dettaglio creando un tutt’uno con l’ambiente.

Nei quattro giorni della kermesse numerosi giovani e meno giovani, famiglie e bambini hanno popolato le vie del suggestivo borgo di Rosciate e piazzale degli Orti animati da tante iniziative.

Sono molti i momenti da ricordare, come quello della partecipazione del difensore dell’Atalanta Mattia Caldara e delle pallavoliste della Foppapedretti che hanno incontrato i tifosi, scattato qualche fotografia con loro e brindato al Re dei Moscati. E ancora, l’energia delle band giovanili della rassegna In vino veritas e lo show del Vava che in un bellissimo venerdì sera dal cielo terso ha regalato tante risate e divertimento con la sua simpatia “made in Bergamo” e la sua comicità sempre molto efficaci.

Se il temporale di giovedì sera ha interrotto per una mezzoretta lo spettacolo di Leonardo Manera, già volto di Zelig, seguito da tante persone sotto il palco con l’ombrello, sabato pomeriggio l’incertezza del meteo non ha inciso sullo svolgimento della sfilata del palio del Moscato con una buona partecipazione nonostante qualche nuvola di troppo che imperversava nel cielo. L’allegra atmosfera è proseguita con la tradizionale gara di pigiatura dell’uva, che ha visto cimentarsi molti bambini con grande entusiasmo.

La sera di sabato è arrivato il maltempo ma non ha scalfito la voglia di divertirsi: erano in tanti a ballare e a cantare sotto la pioggia sulle note delle canzoni dei Boomerang che dal palco di piazza Alberico hanno fatto rivivere le canzoni più amate dei Pooh. La musica è riuscita a scaldare i cuori, le gambe e le braccia dei partecipanti in un connubio di emozioni e contagiosa allegria.

Non meno intenso, ma finalmente all’asciutto, il concerto degli Hi-Five che hanno coinvolto il pubblico con i più grandi successi pop e rock.

Che meraviglia, poi, la Moscato di Scanzo trail con i suoi 450 runners! Un gruppo così numeroso, ha affollato le vie di Rosciate proseguendo nel percorso che si è sviluppato tra le vigne e le colline che per effetto delle precipitazioni erano di un verde particolarmente acceso. E anche il gruppo della Family walk ha battuto i capricci del meteo camminando in compagnia e trascorrendo una domenica diversa dalle altre.

Insomma, sono stati quattro giorni densi di iniziative promosse grazie alla sinergia tra l’amministrazione comunale, le aziende e i produttori, i gruppi e le associazioni impegnate nella promozione del proprio territorio. Alla base c’è tanta passione, quella passione che muove tutto, unisce il paese e permette di raggiungere ogni traguardo. Un clima collaborativo che si percepisce osservando i tanti volontari all’opera, già pronti per dare vita alla prossima edizione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.