BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Grazie dottori, avete assistito mio padre con dignità: è morto sereno”

La nostra lettrice Elisabetta Boffelli ringrazia il personale medico della Fondazione S. Maria Ausiliatrice Onlus di Bergamo per le cure prestate a suo padre Giacomo fino al giorno della morte

Riceviamo e pubblichiamo una lettera della nostra lettrice Elisabetta Boffelli, che intende ringraziare il personale medico della Fondazione S. Maria Ausiliatrice Onlus di Bergamo per le cure prestate a suo padre Giacomo fino al giorno della morte.

“Un forte ringraziamento alla Fondazione Santa Maria Ausiliatrice

Come figlia e come operatrice della “Fondazione Carisma” posso dire di essere orgogliosa del trattamento che è stato riservato a mio padre al reparto D2, dove con cure amorevoli e attenzioni fraterne è stato accudito per tutti i quattro mesi in cui è stato ricoverato, da uomo di un’altra epoca è stato il suo modo per riconoscere il loro impegno con cuore grato.

Fino all’ultimo tutti, personale medico, infermieri, assistenti si sono prodigati per evitargli sofferenze e rendere più sopportabile la fatica. Delicate attenzioni sono state riservate anche a tutti noi famigliari. Tutto ciò a conferma che non sempre si può guarire, ma che sia sempre necessario curare le ferite del corpo e dell’animo nel rispetto della dignità umana, sino all’ultimo.

Il nostro caro papà, ha concluso la sua vita terrena il giorno 6 settembre alle ore 7.

Cari tutti operatori, standogli vicino l’avete fatto sentire amato e anche con una semplice carezza o un complimento siete riusciti a dargli quella serenità e dignità sincera che non dimenticheremo. gli siete stati vicini come una grande famiglia, confortandolo, curandolo fisicamente e moralmente.

Il nostro pensiero e la nostra riconoscenza vanno in particolare per la professionalità dimostrata, ma soprattutto per la grande umanità e l’immensa pazienza che hanno caratterizzato ogni gesto. Da voi tutto è perfettamente organizzato in modo da dare sostegno e sollievo agli ospiti, ma quel che non mancano, da parte di ciascun operatore, sono una parola di conforto e un sorriso rassicurante, anche nei momenti più difficili.

Abbiamo la consapevolezza che tutto questo non è solo frutto di un dovere di lavoratori del settore; per voi, infatti, la persona anziana è un soggetto che trasmette emozioni profonde. Sapevamo che il papà era in buone mani e sappiamo che avete contribuito a fargli vivere in serenità, nonostante i tanti problemi, gli ultimi mesi della sua vita. Non smetteremo mai di esservi riconoscenti.

Ringraziamo soprattutto di cuore la dottoressa Belotti per l’inserimento, la dottoressa Veneziani per l’amore e per le cure prestate donandogli con grande rispetto la sua dignità umana, il dottor Bellini donandogli un fortissimo sollievo nelle sue ultime ore di vita, le caposala Marinella e Marta e tutto il personale infermieristico e ausiliario. Per ultimo a Veronica e alla dottoressa Panseri

Grazie, anche a nome della mia famiglia.

Elisabetta Boffelli”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.