BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Basket, Italia 70 – 57 Finlandia: gli azzurri volano ai quarti

Grazie alla vittoria contro la Finlandia, l'Italia entra a pieno merito nelle migliori otto d'Europa. Domenica 10, Serbia-Ungheria, partita che decreterà l'avversario dell'Italia nei quarti di finale che si disputeranno mercoledì 13 settembre

Grazie alla vittoria contro la Finlandia per 70-57, l’Italia entra a pieno merito nelle migliori otto d’Europa. Quella contro la nazionale finnica non era per nulla una partita semplice: la Finlandia aveva dimostrato di essere una buona squadra, tanto da riuscire a battere la Francia nel girone di qualificazione; inoltre, la vittoria a fatica contro l’Ungheria aveva sottolineato la doppia faccia di quest’Italia, capace di prendere il largo nel punteggio per ben tre volte contro la nazionale magiara, e per altrettante volte di farsi rimontare, vincendo alla fine di soli 2 punti.

Contro l’Italia, però, non c’è stata storia per i ragazzi di coach Dettmann: gli azzurri sono sempre stati in vantaggio, senza correre mai particolari rischi, giocando forse la migliore partita degli Europei. Il secondo quarto termina 48-29 per l’Italbasket, con Datome e compagni che fanno tutto e bene: dominio a rimbalzo (18-10), attenzione in difesa, buona circolazione palla, 8/12 da due ed un ottimo 11/12 ai liberi, senza considerare la pioggia di triple abbattutasi contro il canestro avversario.

Italia finlandia

Nel secondo tempo, invece, i ragazzi di coach Messina sono entrati in campo poco concentrati, complice anche il +19 che assicura una certa tranquillità; la Finlandia, in compenso, non riesce mai a portarsi sotto alle 9 lunghezze di svantaggio, complice anche un’ottima difesa azzurra. Questa volta, infatti, l’Italia non spegne l’interruttore nella propria metà campo bensì in quella avversaria: ne sono la prova i 53 punti messi a segno nei primi 22 minuti a fronte dei restanti 17 punti in 18 minuti.

L’unico che si salva della Finlandia è capitan Koponen, che si carica sulle spalle l’intera squadra realizzando 13 punti, tutti nella ripresa; benino Salin, uno dei migliori nei primi due quarti; male invece il neo-talento NBA dei Bulls Lauri Markkanen – ben neutralizzato da Melli – da cui ci si aspettava certamente di più di 4 punti.
Per l’Italia, invece, molto buone le prestazioni di Hackett in difesa sulla palla, di Melli spalle a canestro e di Filloy, con la consueta lucida gestione del pallone. Dando per scontato, ovviamente, le nostre due certezze: capitan Datome, che oltre ai 15 punti mette a segno non una, non due, bensì tre stoppate, e Belinelli, top scorer con 22 punti a cui contribuiscono le cinque triple messe a segno, e soprattutto l’unico in grado di muovere il punteggio azzurro nello sterile secondo periodo.

Italia finlandia

Domenica 10 alle 14.15 ci sarà Serbia-Ungheria, partita che decreterà l’avversario dell’Italia nei quarti di finale che si disputeranno mercoledì 13 settembre; i pronostici sono ovviamente a favore della squadra di coach Djordjevic, ma mai sottovalutare nessuna partita. Nel frattempo, ciò che conta è che l’Italia sia passata: il nostro Europeo non è ancora giunto al termine.

ITALIA: Hackett (10), Belinelli (22), Aradori (0), Filloy (4), Biligha (6), Melli (10), Cusin (0), Cinciarini (0) Abass (-), Baldi Rossi (3), Burns (-), Datome (15)
Coach: Messina
FINLANDIA: Koivisto (5), Huff (6), Lee (0), Salin (11), Kotti (4), Koponen (13), Nuutinen (0), Rannikko (0), Lindbom (-), Markkanen (4), Wilson (8), Murphy E. (6)
Coach: Dettmann

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.