BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mattia Caldara alla Festa del Moscato: “Da scanzese non potevo mancare”

Da scanzese doc Mattia Caldara non poteva mancare all'evento più atteso del proprio paese, ossia la Festa del Moscato di Scanzo e dei sapori scanzesi. Il difensore dell’Atalanta è stato ospite della prima serata della kermesse giovedì 7 settembre.

Da scanzese doc Mattia Caldara non poteva mancare all’evento più atteso del proprio paese, ossia la Festa del Moscato di Scanzo e dei sapori scanzesi. Il difensore dell’Atalanta è stato ospite della prima serata della kermesse giovedì 7 settembre.

Per la gioia di tutti i tifosi, è stato protagonista dell’incontro tra il Re dei Moscati e l’eccellenza dello sport, evento che ogni hanno vede partecipare alcuni giocatori atalantini alla festa. Ed è un binomio fortunato quello tra il giovane calciatore nerazzurro e il passito color rosso rubino: infatti, anche lo scorso anno ha preso parte alla kermesse e poi ha effettuato una grande stagione culminata con il ritorno della Dea in Europa league. Difensore con il vizio del gol, classe ’94, pur essendo molto giovane gioca con l’esperienza di un veterano e la sua carriera è in rampa di lancio: nella scorsa stagione ha fatto grande l’Atalanta di Gasperini ed è stato acquistato per giugno 2018 dalla Juventus.

Abbiamo scambiato alcune battute con lui per avere le sue impressioni in merito alla festa.

Come è nata la tua partecipazione alla Festa del Moscato?
Essendo scanzese, ho dato molto volentieri la mia disponibilità a partecipare. È un’iniziativa a cui tengo molto e vi ho sempre partecipato anche negli anni scorsi, da ragazzino.

Una kermesse importante per Scanzo: qual è il suo valore per il paese?
È un evento di notevole richiamo a livello provinciale e non solo, una festa che ogni anno migliora e riesce ad avere un seguito sempre maggiore. Nel tempo, infatti, la partecipazione è aumentata parecchio.
Attraendo molta gente, rappresenta un’importante occasione per conoscere le numerose eccellenze del territorio, il Moscato e i tanti prodotti tipici locali.

Ne derivano effetti positivi per il territorio.
Si, la possibilità di scoprire le specialità scanzesi attraverso le degustazioni e i tanti eventi organizzati ha effetti positivi sia in termini economici sia a livello di conoscenza di Scanzorosciate, dei produttori e di tutto ciò che offrono.

Per concludere, è diverso partecipare alla festa da calciatore affermato?
L’unica differenza rispetto a quando vi partecipavo da ragazzino è che ora molte persone chiedono di poter scattare fotografie insieme a loro oppure di firmare qualche autografo, ma incontrare i tifosi è sempre un piacere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.