BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Piazza Vecchia come un blocco di ghiaccio: una riflessione sul riscaldamento globale foto

La settima edizione, dal 7 al 24 settembre, dedicata al tema “COOL Landscape”: quest’anno il progetto di Baljon coniuga concettualità e design utilizzando elementi iconici dell’allestimento per innescare una riflessione sul global warming.

Bergamo città del Paesaggio. È con questo proposito che la Città, immersa nel verde dei colli, si prepara a diventare per 18 giorni, dal 7 al 24 settembre, il palcoscenico de I Maestri del Paesaggio, con la settima edizione dedicata al tema “COOL Landscape”. La kermesse, organizzata dal Comune di Bergamo e dall’associazione Arketipos con il contributo di Regione Lombardia, porterà in Italia le espressioni più interessanti del landscaping internazionale e sarà animata da numerosi eventi con un unico vero protagonista: il Paesaggio.

Inaugurata mercoledì 6 settembre alla presenza dell’Assessore all’Ambiente Energia e Sviluppo sostenibile della Regione Lombardia Claudia Maria Terzi, del Sindaco di Bergamo Giorgio Gori e di Lodewijk Balijon paesaggista olandese progettista dell’allestimento di Piazza Vecchia per il 2017 l’edizione COOL Landscape “sviluppa il tema della coolness sia in senso letterale- di raffreddamento e di ombreggiatura- sia rifacendosi allo stile e all’attitudine cool, che indica disinvoltura ed eleganza”, come ha dichiarato Baljon nel corso della presentazione del suo allestimento.

Protagonista della manifestazione è una delle piazze più suggestive d’Europa, Piazza Vecchia a Bergamo Alta, gioiello dell’architettura rinascimentale che si trasforma grazie all’intervento del paesaggista Lodewijk Baljon e accoglierà turisti ed esperti che, durante la kermesse, giungeranno in Città.

Negli anni l’allestimento temporaneo della piazza si è evoluto, e oggi è caratterizzato da installazioni site specific. Quest’anno il progetto di Baljon coniuga concettualità e design utilizzando elementi iconici dell’allestimento – un grande blocco di ghiaccio e un “tetto” di palloni rimandano a temi metereologici – per innescare una riflessione sul global warming. Inoltre la piazza si animerà la sera con illuminazioni a led di forte suggestione.

“Finalmente possiamo ammirare, per questa nuova edizione de ‘I Maestri del Paesaggio’, la Piazza Vecchia ‘vestita di verde’. La Regione sostiene, concretamente, questa manifestazione che rafforza ed esalta la vocazione internazionale di Bergamo, consentendole di diventare un vero e proprio centro studi e di discussione sul paesaggio. Un evento straordinario che, nel tempo, ha saputo raggiungere risultati importanti con grandi numeri e presenze. Una manifestazione, unica nel suo genere, capace di elevare la città di Bergamo a capitale culturale del paesaggio. Nell’ambito delle iniziative in programma nella manifestazione intendiamo, inoltre, promuovere l’evento ‘Uno sguardo nuovo sui paesaggi lombardi: verso gli stati generali del paesaggio’ che si svolgerà il 21 settembre, a Bergamo, nella prestigiosa sede del Convento di Sant’Agostino. Un ulteriore passo per tutelare e valorizzare il nostro territorio” – ha dichiarato Claudia Maria Terzi, Assessore all’Ambiente Energia e Sviluppo Sostenibile della Lombardia.

Saranno per la Città 18 giorni di fermento culturale open air attorno a diverse aree tematiche #GreenSquare, #Educational-BLG Institute, #Green Design, #Green Food, #GreenShow, #Kids, #GreenTour: concorsi fotografici, musica, allestimenti e percorsi nei luoghi più suggestivi di Bergamo come vicoli, corti, chiostri e giardini. Tutti gli appuntamenti del ricco programma contribuiscono a divulgare diversi aspetti della cultura di paesaggio, alternando iniziative educative a momenti di intrattenimento.

“Siamo pronti e felici di dare il via a questa nuova edizione de I Maestri del Paesaggio, manifestazione internazionale che celebra ogni anno la cultura del Paesaggio a Bergamo. La nostra città si afferma ogni anno in questo periodo come capitale mondiale del Paesaggio: il programma della manifestazione cresce e si arricchisce edizione dopo edizione, attirando in città non solo i più importanti paesaggisti del mondo, ma anche migliaia di visitatori e appassionati. Il Comune di Bergamo continua a credere con convinzione in questa manifestazione, contemporaneamente laboratorio e osservatorio, anche e soprattutto grazie alla collaborazione con l’Università degli Studi di Bergamo: la dimostrazione sta nel fatto che i Maestri del Paesaggio sono coinvolti nella progettazione di parchi e aree verdi della città, creando una connessione sempre più stretta con il territorio e il tessuto urbano” – ha dichiarato Giorgio Gori, Sindaco di Bergamo.

Il calendario è pensato per favorire scoperte, incontri e riflessioni a tu per tu con le più famose archistar del Paesaggio, che saranno ospiti all’importante appuntamento dell’International Meeting of Landscape and Garden (22-23 settembre): due giorni di osservatorio sui migliori esempi di cultura del paesaggio e del giardino.

L’impegno divulgativo che anima I Maestri del Paesaggio ha reso possibile la realizzazione del primo International Master in Garden and Open Space Design. Nell’anno accademico 2017/2018 prenderà il via il primo ciclo dell’innovativo Master, frutto dell’attività del Bergamo Landscape and Garden Institute, reso possibile grazie ad un accordo tra Università degli Studi di Bergamo, Regione Lombardia, Comune di Bergamo, Fondazione Lombardia per l’Ambiente e Arketipos.

(ph. Leonardo Tagliabue)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.