Quantcast
Tegola sull'Italia del Volley: Sylla della Foppa positiva all'antidoping - BergamoNews
Notizia-shock

Tegola sull’Italia del Volley: Sylla della Foppa positiva all’antidoping

La schiacciatrice del club bergmasco è risultata positiva al clenbuterolo in un test effettuato dalla federazione internazionale

L’attaccante della Foppapedretti Miriam Sylla è risultata positiva al clenbuterolo in un test antidoping effettuato dalla federazione internazionale. La notizia è filtrata tramite l’Ansa.

Il controllo è avvenuto in occasione della finale del World Grand Prix tra Italia e Brasile il 6 agosto scorso.

Il clenbuterolo è un broncodilatatore che serve per curare l’asma, ma che ha anche proprietà di stimolare l’aumento della massa muscolare.

“Riteniamo possa trattarsi di un caso di contaminazione alimentare – ha spiegato all’Ansa il presidente della Fipav, Bruno Cattaneo – e proprio per questo siamo in attesa di vedere le percentuali di sostanza trovate all’esame. Comunque – conclude Cattaneo – Sylla non fu utilizzata in quella finale persa con il Brasile a Nanchino per scelta tecnica”.

Miriam Sylla fa parte delle giocatrici convocate dal c.t. Mazzanti in questa estate per le qualificazioni Mondiali e il Grand Prix ed era nel gruppo di convocate per la preparazione agli Europei in Georgia e Azerbaigian a fine mese, ma nelle ultime due amichevoli proprio contro la nazionale azera battuta martedì 3-2 (22-25, 22-25, 25-20, 25-22, 15-13), era rimasta fuori non figurando neanche fra quelle in panchina.

Una brutta mazzata per le azzurre protagonista di un’ottima estate e che si stanno preparando all’Europeo.

leggi anche
Foppa
La bella notizia
“Non si è trattato di doping”: incubo finito per la Foppa, Sylla può tornare a giocare
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it