Quantcast
Acquista cucciolo con assegno scoperto: caccia al truffatore a Fino del Monte - BergamoNews
Il caso

Acquista cucciolo con assegno scoperto: caccia al truffatore a Fino del Monte

L'uomo è un truffatore seriale già noto alle forze dell'ordine: il proprietario lancia l'appello per ritrovare il proprio cucciolo, la cui scomparsa è già stata denunciata ai carabinieri di Clusone.

Un truffa studiata e ben architettata, probabilmente già messa in pratica in più di un’occasione: in Val Seriana è scattata la caccia all’uomo che nel tardo pomeriggio di martedì 5 settembre ha sottratto un cucciolo di Weimaraner (nella foto) a Fino del Monte.

Tutto è iniziato qualche ora prima quando l’uomo, un 53enne, ha contattato Giulio, un allevatore che aveva pubblicato sul web un annuncio per la vendita del cane: dopo essersi accordati, i due si sono incontrati per formalizzare il tutto, con regolare libretto e iscrizione all’anagrafe canina.

L’uomo ha così fornito i propri documenti e ha pagato con un assegno: nella mattinata di mercoledì, però, l’amara scoperta.

“Quando mi sono recato in banca per versare l’assegno – spiega Giulio – mi hanno detto che il conto corrente associato risultava bloccato e l’assegno facente parte di un blocchetto di cui era stato denunciato il furto. Era una persona distinta, capelli corti e scuri, corporatura robusta. Mi ha raccontato di avere un ristorante a Onore, conosceva bene la zona: tutti elementi che mi hanno ispirato fiducia. Ho immediatamente sporto denuncia ai carabinieri di Clusone che mi hanno detto che si trattava di un personaggio noto alle forze dell’ordine e che l’auto sulla quale viaggiava, una Ford Focus blu station wagon, risultava rubata: mi ha fornito senza problemi le sue vere generalità dalle quali, facendo delle ricerche sul web, ho scoperto la sua vocazione alle truffe per le quali è già stato più volte condannato. Un allevamento tedesco era stato truffato nello stesso identico modo”.

Il pagamento tramite assegno, a banche già chiuse, ha probabilmente lasciato il tempo al truffatore di far perdere le proprie tracce, sparendo con il cane: “Vorrei ritrovarlo ma temo che lo abbia già rivenduto – commenta l’allevatore – Il cane, però, è microchippato e il primo veterinario che lo visiterà scoprirà la sua provenienza: in quel modo avrà truffato, oltre a me, anche un’altra persona”.

Nella mattinata di giovedì 7 settembre il cane è stato ritrovato. 

 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI