BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Torre Boldone come la Svizzera, chi sporca paga: “In 4 mesi oltre 10mila euro di multe”

A breve dovrebbero entrare in funzione anche tre nuove fototrappole. Il sindaco: "Non vogliamo vedere in giro neanche una bottiglia di vetro"

“Oltre 10mila euro di multe in 4 mesi”: a Torre Boldone gli “zozzoni” – come li chiama il sindaco Claudio Sessa – non devono avere vita facile. Dal mese di aprile, l’amministrazione del centrodestra ha aumentato i controlli e inasprito fortemente le sanzioni: 516 euro di multa (che diventano 172 se pagati in anticipo) per coloro che non rigano dritto, con tanto di cartelli di avvertimento sparsi per il paese. 

Diverse le tipologie di controllo messe in atto: da quella mirata a prevenire l’abbandono dei sacchi di rifiuti al mancato utilizzo della tessera per l’indifferenziata. Nel Comune dell’hinterland ogni cittadino è infatti munito di una tessera dotata di chip che memorizza se e quanti sacchi rossi (per l’indifferenziato) acquista. Dunque, chi non si approvvigiona dei sacchi o chi addirittura non possiede la tessera non esegue correttamente la raccolta. “Un’operazione, quest’ultima, che sul territorio comunale non veniva eseguita da molti anni – spiega il sindaco -. Da aprile abbiamo controllato circa 4 mila tessere e il 4,3% di queste non è risultato in regola“.

Le immagini immortalate dalle telecamere di videosorveglianza e soprattutto i controlli incrociati effettuati dall’Ufficio Tributi e dall’Ufficio Anagrafe con la Polizia Locale (per quanto riguarda l’utilizzo delle tessere), hanno per ora fruttato “oltre 10mila euro. Ma se alle casse comunali può far piacere, al sottoscritto un po’ meno – commenta Sessa -. Da quanto abbiamo potenziato i controlli gli abbandoni sono visivamente diminuiti, ma non per questo abbiamo intenzione di mollare la presa”.

Al contrario, dovrebbero presto entrare in funzione tre nuove fototrappole: “Per prendere coscienza di quanto sia importante tenere pulito l’ambiente vorrei non fosse necessario arrivare a tutto ciò – chiosa il sindaco – ma tradizione vuole che Torre Boldone sia il paese ‘riciclone’. Il nostro obiettivo è quello di ridurre al minimo ogni tipo di inciviltà, compreso l’abbandonare una bottiglia di vetro per strada o nei parchi. Non vogliamo più vedere nemmeno quelle”.

Gli ultimi episodi per quanto riguarda l’abbandono di spazzatura risalgono a domenica 3 e lunedì 4 settembre. Episodi che il sindaco non ha mancato di raccontare su Facebook: “Ringrazio chi ha segnalato”, ha scritto sul suo profilo. Ovvero: “un cittadino e un collega sindaco che si trovava a passare (si tratta di Camillo Bertocchi, primo cittadino leghista di Alzano Lombardo, ndr) . Gli autori avranno presto notizie sgradevoli… per il portafoglio. Invito tutti i cittadini a segnalarmi gli abbandoni. Tutti insieme possiamo farcela contro gli zozzoni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.