Morso da una vipera a San Pellegrino, 58enne finisce in ospedale - BergamoNews
Martedì pomeriggio

Morso da una vipera a San Pellegrino, 58enne finisce in ospedale

È successo intorno alle 13.30 in località Scaglia, una zona montuosa tra Pregalleno e Frasnadello

È stato ricoverato all’ospedale Papa Giovanni l’uomo di 58 anni che è stato morso da una vipera nel pomeriggio di martedì 5 settembre a San Pellegrino.

È successo intorno alle 13.30 in località Scaglia, una zona montuosa tra Pregalleno e Frasnadello.

Pare che l’uomo si trovasse lì per cercare dei funghi. All’improvviso, lungo un sentiero, è spuntata una vipera che l’ha morso a una gamba.

È stato lui stesso a chiamare i soccorsi. Sul posto è intervenuta un’ambulanza, che ha trasportato il 58enne in ospedale dove è stato sottoposto alla profilassi di rito, con prescrizione del sieri anti-vipera. Ora è ricoverato in osservazione: in ogni caso è sempre rimasto cosciente e le sue condizioni non sono ritenute gravi.

Poco distante da Scaglia, a Spino al Brembo, lo scorso 8 agosto Roberto Frigeni, 53 anni, appassionato di caccia, residente a Bracca, era stato punto da un calabrone mentre, con un amico, stava sistemando proprio un capanno per la caccia, in vista della stagione autunnale.

Sembrava un incidente banale, ma nel giro di pochi minuti, invece, Frigeni perse i sensi a causa di uno shock anafilattico, provocato dal veleno dell’insetto che lo aveva punto appena aveva aperto la porta di quel capanno.

Vani i tentativi dell’amico di rianimarlo, così come quelli dei medici intervenuti sul posto. Ricoverato in terapia intensiva al Papa Giovanni, dove era arrivato in elisoccorso, morì dopo due giorni di agonia.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it