BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Maratona di New York e campeggio da Rambo: così ora domino la balbuzie” video

Dopo un lungo percorso Manuel Alghisi, 35enne di Calcio, è riuscito quasi a sconfiggere quel disturbo e sulla sua storia ha scritto un libro

Chi lo sente parlare ora, come nel nostro video, non direbbe mai che è affetto da balbuzie. Dopo un lungo percorso Manuel Alghisi è riuscito a dominare, e quasi a sconfiggere, quel disturbo che lo attanaglia fin da piccolo.

manuel alghisi

Il trentacinquenne di Calcio, sposato con Tiziana e padre di Natan, che da qualche anno si è trasferito in Liguria per motivi legati al suo lavoro da impresario, ha iniziato da bambino la sua battaglia contro quel problema di linguaggio che non gli permetteva di concludere una frase senza tentennamenti.

“Ho frequentato logopedisti, psicologi ed esperti vari – racconta lui stesso – , tutti mi hanno dato qualcosa, ma nessuno è riuscito a chiudere il cerchio. Tanta teoria, ma quando tornavo a casa mi sentivo abbandonato. Poi, è arrivata la svolta…”.

Cioè, a chi si è rivolto?

“Al MICAP (Master Internazionale in coaching ad alte prestazioni) e grazie al loro corso, composto da prove fisiche e mentali, sono migliorato tantissimo e sono anche diventato real result coaching”.

In cosa consistono queste prove?

“Oltre alla parte teorica, c’è quella pratica. Che è la più interessante. In un mese, nel novembre 2016, ho preso parte a due maratone, quella di Torino e quella di New York. Oltre a un allenamento da 32 chilometri tra le due competizioni. E non avevo mai corso in vita mia. Ho iniziato ad allenarmi solo alcuni mesi prima”.

Quindi due gare di corsa?

“Non solo. Un altro test molto duro è stato quello del campeggio nel bosco. Una settimana, senza tenda, senza bevande e con solo due piccole scatolette di cibo pronto al giorno. Per bere dovevamo cercare l’acqua e renderla potabile. Senza parlare delle zecche che ci perseguitavano. Non è stato facile. L’ultimo giorno ho pianto per la gioia di averla finita, così come all’arrivo a New York”.

Cosa ha imparato da queste prove?

“Oltre che a essere più sicuro dei miei mezzi, ad apprezzare davvero la vita, nelle sue piccole cose. Le consiglio a tutti, anche a chi non è affetto da balbuzie. Fosse per me, la maratona di New York e il campeggio le inserirei nel piano di studi della scuola dell’obbligo”.

In cosa è cresciuto in particolare con questo corso?

“Ho imparato una cosa fondamentale, cioè che la nostra mente spesso mente. Ci consiglia cose da fare solo per proteggerci, ma molte volte non sono le migliori, e non va sempre ascoltata. Io, ad esempio, adoro il gelato alla stracciatella. Prima non lo chiedevo mai perchè la mia mente mi diceva di non farlo per non incartarmi. Ora la sfido, ho capito che il gelataio non è lì per giudicarmi ma solo per vendere, e lo domando tranquillamente”.

Sulla sua storia ha scritto anche un libro…

“Sì, Domina la balbuzie e riparti da te. A differenza di altri testi, affronta la tematica in modo più concreto e pratico. Lo consiglio anche a chi non è affetto da questo disturbo perchè va bene per qualsiasi problema della vita, come ansia o depressione. E’ uscito a fine luglio e le vendite stanno andando benissimo”.

Ma non solo, perchè ora vuole anche aiutare gli altri…

“Come ho scritto nel mio volume, in cui trovate i miei contatti, sono a disposizione di chi voglia migliorare la propria situazione come ho fatto io. Non prometto un miracolo, anche se su di me un po’ lo è stato”.

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.