BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Treviglio, il Comune tende la mano ai cittadini disoccupati: si cercano tirocinanti

A Treviglio al via il progetto "Tirocini Lavorativi": è ora possibile inviare le candidature per partecipare al programma legato all'aiuto nel reinserimento nel mondo del lavoro dedicato a disoccupati e inoccupati.

Il problema della mancanza di lavoro è una delle piaghe degli ultimi anni, dove giovani e meno giovani fanno sempre più fatica a trovare un’impiego anche per via della persistente crisi economica che attanaglia la penisola.

Per correre in aiuto di quei cittadini disoccupati che necessitano più che mai di un impiego ecco che il comune di Treviglio ha deciso di istituire, in collaborazione con il Consorzio Mestieri Lombardia, un bando che si chiuderà venerdì 15 settembre con cui mettere a disposizione alcuni “posti” per attività di tirocinio legato a lavori di tipo manuale da svolgersi in città per un totale di 20 ore settimanali a tirocinante – per un massimo di tre mesi – e con un rimborso spese di 300 euro mensili da destinare ai partecipanti di questo progetto.

I tirocini non costituiscono un rapporto di lavoro, come spiegano le istituzioni cittadine, bensì una metodologia formativa, ovvero una misura di politica attiva finalizzata agli obiettivi dell’orientamento, dell’occupabilità e dell’inserimento o reinserimento nel mercato del lavoro.

Il Sindaco Juri Imeri con l’Assessore Pinuccia Zoccoli Prandina sottolineano: “Il progetto, in collaborazione con il Consorzio Mestieri Lombardia, è un intervento di cooperazione sociale e si focalizza sulla centralità della persona, sulla sussidiarietà e considerazione del lavoro come elemento d’inclusività sociale per le cittadine e i cittadini che si trovano in condizioni di disoccupazione o di inoccupazione”.

Per avere accesso a questo bando i candidati dovranno possedere alcuni requisiti minimi, come la residenza nella città di Treviglio da almeno cinque anni o essere inoccupati o disoccupati con nessuna fonte di reddito e presentare la domanda agli uffici dello Sportello unico di Treviglio situato in piazza Manara. I posti verranno poi assegnati in base a una specifica graduatoria legata ad alcuni punteggi calcolati in base a fattori come la composizione familiare, l’Isee, la situazione abitativa e l’età.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.