• Abbonati
La dichiarazione

Alitalia: Ryanair conferma l’interesse, ma non per l’intera compagnia

"Per Alitalia è probabile uno spezzatino", ha detto l'amministratore delegato di Ryanair, Michael O'Leary, in una conferenza stampa a Londra.

“Per Alitalia è probabile uno spezzatino”, ha detto l’amministratore delegato di Ryanair, Michael O’Leary, in una conferenza stampa a Londra, confermando l’interesse a restare nella partita Alitalia ma solo per rilevare una parte degli asset.

Stando a quanto riporta Bloomberg il patron della compagnia irlandese che ha fatto dell’aeroporto di Bergamo Orio al Serio uno dei suoi punti d’appoggio principali in Europa ha aggiunto di essere interessato “alla flotta” di Alitalia, sia ai velivoli a lungo raggio sia a quelli di corto raggio. Il numero uno della compagnia ha spiegato anche di avere intenzione di “mantenere” il brand Alitalia, rilevando “gran parte” del personale, prevalentemente “ingegneri e piloti”. Secondo O’ Leary, la compagnia può crescere nelle rotte da e verso gli Stati Uniti.

I commissari italiani però – su indicazione del governo – fino ad ora hanno sempre escluso l’ipotesi dello spezzatino, cioè la possibilità che la compagnia venga venduta “a pezzi” a vari acquirenti. L’obiettivo – ha ribadito a più riprese il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda – è quello di vendere la società per intero.

Ryanair peraltro non sarà della partita legata ad Air Berlin: proprio mercoledì ha annunciato che non entrerà nella vendita della compagnia tedesca.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI