BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Vuelta, tra i giganti spunta il bergamasco Villella: sua la maglia di miglior scalatore foto

Dopo 9 tappe il 26enne di Sant'Omobono Terme è leader della classifica dedicata ai corridori più forti in montagna, conquistata nella terza frazione della corsa a tappe spagnola: dopo essersi messo in mostra con il Team Colpack, dal 2014 è diventato professionista con la Cannondale.

Se Chris Froome, Esteban Chaves, Nicolas Roche, Vincenzo Nibali, Tejay Van Garderen e Fabio Aru stanno dando battaglia per conquistarsi la maglia rossa, alla Vuelta di Spagna, la più grande corsa a tappe dopo Giro d’Italia e Tour de France, c’è un bergamasco che guarda tutti dall’alto verso il basso: è Davide Villella, 26enne di Sant’Omobono Terme che dopo 9 tappe è saldamente al comando della speciale classifica dedicata agli scalatori. 

Dopo aver mosso i primi passi nel Gruppo Ciclistico Almenno San Bartolomeo, Villella ha continuato la sua crescita nell’UC Bergamasca ma il suo talento è esploso definitivamente tra il 2011 e il 2012 in maglia Colpack: con il team di patron Beppe Colleoni conquista tredici successi e firma il suo primo contratto da professionista con l’allora Liquigas-Cannondale. Da “Pro” con la Cannondale ha già conquistato la maglia di miglior scalatore al Giro dei Paesi Baschi 2014 e la Japan Cup dello scorso anno.

In questa edizione della Vuelta Villella si è messo in mostra subito alla terza tappa (poi vinta da Nibali), la prima di montagna con due Gpm di prima categoria e uno di seconda: la sua fuga da lontano gli è valsa punti fondamentali per aggiudicarsi la maglia di miglior scalatore, leadership poi rinforzata nelle 6 tappe seguenti. Da una settimana il corridore brembano veste la maglia a pois e lunedì 28 agosto, nel giorno di riposo della corsa, se l’è goduta tutta: sono 21, infatti, i punti che lo separano dal Thomas De Gendt, secondo della particolare classifica.

Già da martedì si torna in strada e con il massimo della concentrazione: la decima tappa prevede un Gpm di terza e uno di prima categoria.

(foto Instagram Davide Villella)

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.