BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Castione, la minoranza perde i pezzi: Vivi Presolana esce dal Consiglio

Il sindaco commenta duramente l'addio dei due consiglieri Pezzoli, ex primo cittadino, e Messa: "In questo modo viene privata la rappresentanza politica di 458 elettori castionesi che hanno dato loro inutilmente fiducia".

“Dopo cinque anni di ingloriosa amministrazione, bocciata da 8 elettori su 10, i vivipresolanini se ne vanno con il solito spocchioso e superbo modo di fare”: queste le parole, durissime, con le quali il sindaco di Castione della Presolana Angelo Migliorati, nella mattinata di sabato 26 agosto, annuncia le dimissioni di Mauro Pezzoli e Caterina Graziella Messa dal Consiglio Comunale.

“In questo modo – prosegue Migliorati – viene privata la rappresentanza politica di 458 elettori castionesi che hanno dato loro inutilmente fiducia”.

Pezzoli e Messa appartenevano al gruppo di minoranza ViviPresolana ed erano alla guida del paese nel corso dell’amministrazione precedente. Alle ultime elezioni del
2016, Pezzoli, aspirante sindaco, venne largamente sconfitto da Migliorati che totalizzò il 51,40% dei voti, contro il 27.13% di Fabio Ferrari e il 21.46% di Pezzoli.

I due consiglieri hanno rassegnato le dimissioni ritenendo esaurito il loro impegno civico e, in seguito, anche tutta la lista ViviPresolana si è dimessa: il gruppo ha concluso la sua esperienza e, per questo motivo, nessuno subentrerà in sostituzione nel Consiglio Comunale.

Migliorati non usa mezze misure per definire la passata amministrazione castionese: “Vertiginoso aumento delle tasse, sistematica distruzione del Parco degli Alpini, incapacità di governare la macchina amministrativa, fallimento in campo turistico, costruzione della milionaria piazzola ecologica e coinvolgimento nell’amministrazione di super consulenti/clienti. Ecco il frutto finale della loro politica, fatta di lettere anonime, di denigrazione personale sui blog e di maldicenze”.

Poi un’ultima stoccata al veleno verso l’avversario politico: “Ultima vicenda – conclude il primo cittadino – Pezzoli aveva proposto e votato un emendamento in cui si chiedeva di non realizzare la riqualificazione delle piazze del paese, ma di interrare l’elettrodotto che passa sopra la sua abitazione”.

Alla luce dei recenti avvenimenti nel Consiglio Comunale di Castione della Presolana due sedie rimarranno vuote: il numero dei consiglieri da 13 si riduce a 11.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.