BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Brignano, stop ai parcheggi selvaggi lungo la provinciale: arriva la ciclabile foto

Al via i lavori per la realizzazione dell'attraversamento pedonale e della pista ciclabile lungo la provinciale che porta a Treviglio. Andranno a eliminare il problema della sosta non consentita

Quello della Sp128 – meglio nota come via Treviglio – è un problema ben noto all’amministrazione del Comune di Brigano Gera d’Adda, che da tempo aveva sollevato preoccupazione in merito ai parcheggi non autorizzati all’interno di un’area sterrata lunga circa 150 metri – e larga non più di 4 – situata all’inizio della provinciale che porta a Treviglio. L’area era da tempo soggetta al fenomeno della sosta selvaggia, con diverse auto – ma anche camion e ciclomotori – che venivano parcheggiati in modo abusivo nonostante l’intera superficie non fosse adibita al posteggio e situata a ridosso della strada, rendendola un punto molto pericoloso in cui lasciare le autovetture.

Diversi i veicoli parcheggiati nell’appezzamento di terreno ogni giorno. Alcuni andavano ad invadere la stessa strada provinciale così come alcuni guidatori che, una volta parcheggiato in modo abusivo, azzardavano frettolosi attraversamenti di strada obbligando le auto in corsa a brusche frenate o repentine manovre per evitarli.

Per risolvere definitivamente il problema e allo stesso tempo mettere a disposizione dei cittadini un attraversamento attrezzato e funzionale utile a raggiungere la vicina area industriale di via Galilei, il Comune di Brignano si è prodigato per allestire un progetto per la realizzazione di una pista ciclopedonale in sostituzione dell’area sterrata, con tanto di dissuasori per evitare la futura sosta di autovetture, e a realizzare un attraversamento semaforico dedicato a pedoni e ciclisti, nell’ottica di garantire un più sicuro passaggio ai cittadini.

L’opera, del costo di 110mila euro, è frutto di un accordo tra l’amministrazione cittadina e la locale ditta Brinver, che ha preso in carico i costi per la realizzazione del progetto a scomputo degli oneri di urbanizzazione per l’ampliamento di un capannone di proprietà sito nelle vicinanze. Dopo una serie di passaggi burocratici e l’atteso via libera definitivo da parte delle istituzioni, ecco che i lavori hanno finalmente avuto inizio, con ruspe e operai già all’opera per riuscire a consegnare il cantiere nei tempi previsti che sono stati calcolati in due mesi circa.

Il progetto aveva in passato ricevuto alcune critiche, con i gestori di alcune attività presenti nella zona che avevano manifestato preoccupazione per un eventuale diminuzione di clienti a causa della “scomparsa” di questi parcheggi improvvisati. Accuse rimandate al mittente da parte della giunta del sindaco Beatrice Bolandrini, che aveva fatto presente il fatto che a un centinaio di metri dall’area di sosta non autorizzata vi sono ben due aree adibite al posteggio, ricordando inoltre che la sicurezza di pedoni e guidatori vanno ben oltre alla comodità di trovare subito un luogo in cui lasciare la propria auto.

“In questo modo diamo la possibilità a chi si dirige in zona industriale di usufruire di un attraversamento in sicurezza – spiega l’Assessore ai lavori pubblici Francesco Benfatto – andando inoltre a eliminare una volta per tutte la problematica dei parcheggi selvaggi a lato di quel tratto di strada”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.