BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nascondeva 7 auto rubate da 300mila euro: denunciato allevatore di Seriate

Aveva nascosto nella sua cascina di Seriate sette auto di grossa cilindrata, di cui quattro ancora sotto sequestro, rubate qualche giorno fa da una concessionaria mantovana

Aveva nascosto nella sua cascina di Seriate sette auto di grossa cilindrata, di cui quattro ancora sotto sequestro, rubate qualche giorno fa da una concessionaria in provincia di Mantova. L’uomo, R.B., 38 anni, è stato così denunciato dalla Polizia stradale e dalla Guardia di finanza di Mantova, al termine di un’indagine lampo coordinata dal sostituto procuratore Alberto Sergi, per ricettazione e riciclaggio.

Le vetture sarebbero state prelevate e posizionate su una bisarca, per essere trasportate dalla cittadina padovana a quella bergamasca. Pochi giorni prima gli agenti, durante un controllo nella zona della concessionaria, aveva notato la presenza proprio di una bisarca. Insospettiti dalla circostanza, gli stessi avevano provveduto a rilevare la targa del mezzo che, sviluppata in conseguenza del trafugamento delle autovetture, ha consentito di risalire a una ditta bergamasca di autotrasporti e, in conseguenza, all’ignaro conduttore del mezzo.

Trecentomila euro il valore complessivo. Tra queste una Bmw X5 e una Mini Cooper super accessoriata, oltre a un’Audi e una Mercedes. Alcune erano già targate, altre ancora da immatricolare.

Prima di fuggire i ladri hanno anche aperto la cassaforte che si trova all’interno degli uffici della concessionaria. Non si sa però cos’abbiano trovato. Soldi, documenti? Gli investigatori stanno cercando di capire.

Il sospetto degli inquirenti è che il bergamasco denunciato si sia prestato a piazzare le auto “sporche” che probabili contatti mantovani gli avrebbero procurato nonostante il sequestro. Connivenze e complicità che avrebbero agevolato anche l’operazione. A quanto pare, infatti, il sistema d’allarme non è entrato in funzione nonostante un potente apparato anti-intrusione. O lo conoscevano o si sono serviti di qualcuno che sapeva dove mettere le mani.

Interrogato dal pm Sergi, l’allevatore di Seriate,  pluripregiudicato con precedenti di polizia specifici per riciclaggio, ricettazione e appropriazione indebita, ha sostenuto di aver semplicemente acquistato le auto per poi rivenderle. Sono in corso ulteriori accertamenti per chiarire i contorni della vicenda e risalire a tutti i soggetti coinvolti nella stessa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.