BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gli attentati non fanno paura, folla alla processione in Borgo Santa Caterina fotogallery

Come da tradizione la statua della Madonna Addolorata è stata portata per le strade del Borgo d’Oro di fronte ad una folla festante per il passaggio della Vergine ed accompagnata dal vescovo Francesco Besch

Anche quest’anno il pericolo maltempo è stato scongiurato di pochi minuti ed ha permesso il normale svolgimento della tradizionale processione per le vie di Borgo Santa Caterina, tenutasi nella serata di venerdì 18 agosto in occasione dell’anniversario dell’Apparizione della Vergine Maria.

Come da tradizione la statua della Madonna Addolorata è stata portata per le strade del Borgo d’Oro di fronte ad una folla festante per il passaggio della Vergine ed accompagnata dal vescovo Francesco Beschi, da monsignor Andrea Paiocchi, prevosto emerito della parrocchia di Santa Caterina, da don Dante Cortinovis, parroco di Chignolo d’Isola ed in precedenza sacerdote nel Borgo,
oltre che dalla musica del corpo musicale di Almenno San Salvatore.

Presenti alla cerimonia anche i rappresentanti della sottosezione di Bergamo dell’Unitalsi Lombardia, i membri della Confraternita del Santissimo Sacramento di Bariano ed i componenti degli Alpini della sezione di Borgo Santa Caterina, che hanno sostenuti gli arazzi del Borgo portati in processione; mentre fra le autorità si segnala la partecipazione del sindaco di Bergamo Giorgio Gori, dell’assessore ai lavori pubblici Marco Brembilla e dell’onorevole Antonio Misiani, residente nel Borgo d’Oro.

Durante il discorso di chiusura il vescovo ha definito Bergamo “una città materna”, sintomo della presenza della Madonna in città e della devozione dimostrata dai suoi abitanti : “ Questa è una città città solidale, dove nessuno rimane abbandonato a se stesso e dove non ci si abbandona alla paura. Maria ci ha lanciato un messaggio in cui ci chiedeva di esser come lei è la città
pare averlo accolto, visto che qui ognuno ha un compito supremo.”

Il vescovo Beschi ha inoltre indicato come l’unico modo per rispondere alle violenze sia la solidarietà e la partecipazione e sulla stessa linea d’onda pare esser anche il sindaco Giorgio Gori: “La grande partecipazione da parte della popolazione alle celebrazioni per l’Apparizione è un modo per combattere la paura scatenatasi in questi giorni. Tutto ciò dimostra una grande fede ed una grande comunità presente in città, in grado di reagire presentandosi ad eventi affollati”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.