BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Papu Gomez, la difesa, le idee di Gasperini: l’Atalanta riparte dalla vecchie certezze

Finito il pre-campionato in casa nerazzurra si tirano i primi bilanci in vista del debutto in serie A contro la Roma, domenica, all'Atleti Azzurri d'Italia

L’Atalanta 2017-2018 prende forma. Con le amichevoli contro Valencia e Venezia si è ufficialmente chiusa la preparazione della squadra di Gasperini per la prossima stagione.

Due partite totalmente diverse, soprattutto per quanto riguarda le scelte dell’allenatore piemontese: contro gli spagnoli, venerdì sera, sono scesi in campo coloro che ad oggi rappresentano i titolari. Un’ottima vittoria per 2-1 grazie ai gol di Toloi e Palomino, entrambi di testa da calcio piazzato. L’Atalanta si è fatta trovare pronta, giocando con grande entusiasmo nonostante le assenze di Caldara e Spinazzola (ormai vicino all’addio).

Ottimi spunti quindi da parte di Robin Gosens, chiamato a sostituire il numero 37 atalantino: fin da subito ha trovato un’ottima intesa con il Papu Gomez, rendendosi protagonista di qualche buono scambio con l’argentino sulla fascia sinistra. A convincere è, come sempre in questo pre-campionato, la difesa, con il più che collaudato trio Masiello-Palomino-Toloi. Da correggere qualcosa sulle palle inattive, ma per quanto riguarda il resto nulla da recriminare.

Contro il Venezia, invece, Gasperini ha optato per una formazione ricchissima di seconde linee, fatta eccezione per Gosens: l’esterno sinistro è l’unico ad aver giocato da titolare entrambe le partite. E’ stata la giornata dell’esordio di Marten de Roon, salutato da un’ovazione di tutto lo stadio prima del fischio d’inizio. Una buona prestazione, ma 45 minuti sono pochi per poter valutare la condizione di un giocatore. I segnali, comunque, sono tutt’altro che negativi.

E’ stata anche la prima partita di quest’estate giocata da Mattia Caldara, rimasto a Bergamo per precauzione e quindi assente nell’amichevole col Valencia. Poi spazio ai tanti giovani, come Bastoni, Melegoni, Del Prato, Migliorelli e Orsolini: tutti in campo nel secondo tempo. Il risultato finale è 1-1, al vantaggio del Venezia firmato Mlakar ha risposto Luca Vido: il giovane numero 20 ha battuto con grande rapidità il portiere avversario in un uno contro uno.

Segnali positivi, quindi, vista della sfida di domenica prossima contro la Roma. Il pubblico ha come sempre risposto ‘presente’, l’entusiasmo è alle stelle: tutto pronto per una stagione che entrerà sicuramente nella storia dell’Atalanta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.